“Un balcone a due piazze” è un romanzo ironico e ad alta tensione, come i fili che si intersecano in questa trama assolutamente intrigante ed emozionante.

cover-balconeTitolo: Un balcone a due piazze

Serie: Youfeel Mood Ironico

Autore: Azzurra Targa

Editore: Rizzoli

Prezzo: 2.99 solo ebook

Data Pubblicazione: 26 maggio 2016

Sinossi

Mai esporsi troppo in amore!

Adele, avvocato tributario del pregiatissimo studio legale Premaldi, si ostina a credere di vivere una storia da fiaba con Giorgio, il collega che la seduce anche se è prossimo alle nozze con Anna Extra Glamour, la figlia del capo. Per Giorgio Adele ha perso la dignità e pure la forma, visto che a furia di mangiare dolci per sopperire alle carenze d’affetto entra a fatica in una taglia 46. Ma come si fa a resistere a quasi due metri di maschio dai capelli corvini, la mascella decisa e lo sguardo magnum alla Derek Zoolander?

Un’inchiesta che coinvolge una famiglia di ricchi imprenditori e i loro torbidi affari nella tratta dei diamanti porta Adele e tutto lo studio (sposini compresi) a Praga, dove Adele dovrà indagare tra avvocati senza scrupoli ed equivoci imbarazzanti. Come quando viene sorpresa in déshabillé su un balcone da Oskar Petromàk, misterioso straniero piovuto dal cielo per salvarla dal vuoto e dall’imbarazzo. Adele riuscirà a risolvere il caso e a vivere finalmente la magia delle favole? Ma soprattutto: rientrerà nella taglia 42?

“Un balcone a due piazze” è un vortice di sorprese e sorrisi, un romanzo che travolge e appassiona. L’importante è non soffrire di vertigini!

Recensione

Quando mi sono ritrovata a sbirciare fra i romanzi di youfeel Rizzoli e ho notato “Un balcone a due piazze”, il mio primo pensiero è stato: devo assolutamente leggerlo, ad un titolo così originale non si può non dare una possibilità! Se poi il mood è ironico, e vagamente somiglia alla commedia di Totò e Peppino, ovvero letto a tre piazze, bé allora il divertimento è assicurato! Del film dei due comici napoletani non ha nulla, se non le battute al vetriolo e le situazioni equivocabili, che conferiscono al romanzo quella marcia in più, per una vicenda che pur nella sua brevità narrativa, ha tutte le qualità di un tomo corposo di 500 pagine.

Si legge facilmente, grazie ad una scrittura fluida, corretta, con le giuste punteggiature ed interezioni, che contribuiscono a dare il giusto ritmo alla storia. Un ritmo incalzante, che rallenta solo per dare il giusto peso a scene che meritano una certa inquadratura. Per alcune è possibile, ve lo garantisco, mettere la modalità rewind/moviola, per gustarle al massimo. E vi assicuro che lo farete anche voi, e capirete quando. Il mio personale complimento all’autrice va anche per la sua cultura poliedrica, che si manifesta in battute mordaci e riferimenti eruditi. Azzurra Targa, è sicuramente un appassionata e perfetta conoscitrice di musica, film, serie tv e ovviamente romanzi; e me ne compiaccio, perché ai miei occhi ha reso ancora più interessante questo breve romanzo.

Amerete i protagonisti di questa vicenda, come li ho amati io. Vi piacerà tantissimo questa donna formosa e corposa, in gambissima nel lavoro, abile come pollon alla pertica nell’improvvisarsi spidegirl sul cornicione. La situazione che si viene a creare è una delle più esilaranti: immaginate la scena di una donna in sexy underwear che si ritrova in preda al panico su un balcone. Che fare dunque? Un lancio nel vuoto e da escludere, come uscire dalla porta da cui è entrata! L’unica alternativa è misurarsi con le sue doti rocambolesche e affrontare il cornicione per rientrare alla base.

Guardare giù, non è una buona idea, specie se si soffre di vertigini e se si è in equilibrio precario su degli scomodi tacchi a spillo. La scivolata è inevitabile, e la risalita ancora più ardua! Per fortuna quegli uomini di cui avremmo bisogno in determinate situazioni, ogni tanto spuntano miracolosamente! E Adele, a dispetto del nome che porta, senza dire “Hello, can you hear me”, si ritrova in pochi attimi al suo fianco, un adone, un po’ Romeo de’ balconi, un po’ spiderman delle pareti; una bellezza maschile esotica che la sostiene e la porta in salvo, come un cavaliere senza macchie e senza paure, seppur anch’egli in mutande soltanto.

Da quella scena paranormale ed esilarante al tempo stesso, le situazioni che si verranno a creare tra i due saranno ancora più ad alta tensione e variopinte, che avranno i colori del rosa dei loro cuori, del rosso della passione travolgente e conturbante, del verde della prateria praghese, con qualche pennellata di giallo per gli intrighi che si celano intorno ai due protagonisti. E uno sfondo candido su cui si rischiareranno le situazioni nel più splendido dei finali!

Che dire! Leggetelo! Le vale tutte le mie 5 stelline!

13244872_278503879151039_7692919659396933458_n

#salutiebaci

Marianna

 

 

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *