Alessia Cucè dal self approda alla Delos Digital con un nuovo romanzo breve dalle tinte particolarmente calienti: Colpo di Fulmine. Si tratta di un libro di genere erotico di cui potete gustare una serie di estratti.

13152720_10154148781089137_2001411248_nTitolo: Colpo di fulmine
Autore: Alessia Cucè
Editore: Delos Digital
Pagine: 60
Prezzo: 2,99

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Trama: 

Kate Ford, avvocato in carriera, è sempre stata convinta che l’amore non vada cercato e che arrivi all’improvviso, a differenza dell’amato fratello Flinn sicuro che l’amore arriva solo se inseguito e con un colpo di fulmine. Proprio per questo la costringe a partecipare a incontri imbarazzanti e a uno di questi incontrerà Tomas Harper, un uomo tanto bello quanto silenzioso. Una notte di passione e una causa di aggressione, costringeranno Kate a ricredersi sulle proprie idee, mettendola faccia a faccia con un sentimento improvviso che la travolgerà, mandandola in completa confusione.

Chi è Alessia Cucè?

Alessia Cucè è nata a Palermo nel giugno del 1980. Vive in un piccolo paesino del Viterbese insieme a suo marito, due figlie, un gatto e un cane Nel 2014 dà vita al suo primo romanzo, un fantasy “Tra le braccia di un Sogno” pubblicandolo in self su varie piattaforme.
Ha proseguito l’avventura scrivendo il secondo volume della trilogia “Il ritorno del Sigillo Bianco” (Novembre 2014) e un racconto Romance paranormal “Seguimi nel Buio” (Maggio 2015.) Nello stesso mese ha esordito come scrittrice di un racconto erotico “Emozioni sulla pelle. A novembre 2015 pubblica un Erotic Romance “Cercami tra i Ciliegi in fiore”. A gennaio 2016 pubblica il suo primo romance humor “Un amante nel mio letto”. Ha inoltre vinto un concorso di scrittura creativa con il racconto “Io sono Polvere” (settembre 2015) indetto da La ragnatela Editore. Ha partecipato all’antologia benefica a favore dell’Unicef “Un Natale Speziato”, organizzata da Harem’s group.

 

Recensione:

Questo libro mi ha conquistato a partire dal titolo; lo ammetto, sono una di quelle che al Colpo di fulmine ci crede perché esiste davvero.

L’autrice ce ne dà un saggio in questo breve romanzo davvero particolare e intrigante, soprattutto quando oltre al famigerato Colpo di fulmine si aggiunge un fratello un po’ atipico e particolare che ha deciso che la sua missione nella vita è quella di dare una mano a Cupido trovando la dolce metà della protagonista. Infatti è proprio grazie alle sue strampalate idee se Kate si imbatterà nel sexy e taciturno protagonista maschile. Poche parole e tanta tanta attrazione chimica istantanea, ecco la scintilla che scocca… scintilla che lascia a bocca spalancata la protagonista ma anche io da lettrice non ero da meno. Avrei voluto essere al posto di Kate e legare a letto Tomas Harper J

Una notte tra sconosciuti e una marea di pensieri che si affacciano nella testa, sembra solo un ricordo da conservare ma poi il destino, o Cupido, ci mette di nuovo lo zampino e aiutato da un Flinn, il fratello di Kate, sempre con l’occhio lungo e attento, le strade dei due giovani finiscono per rincrociarsi.

La ragione e gli eventi della vita richiederebbero una certa professionalità ma a quanto pare i due protagonisti sono come calamite che difficilmente riescono a restare divisi e quando sono vicini prendono fuoco facilmente.

Della storia ho amato moltissimo il rapporto di complicità e affetto tra Kate e Flinn, si toccava con mano il genuino sentimento che li legava, quel profondo attaccamento dell’uno per l’altro al di là del sangue che scorre nelle loro vene, una preoccupazione costante e reciproca, anche se Flinn ogni tanto per seguire i suoi piani di combinare incontri alla sorella si fa prendere un po’ la mano al di là della preoccupazione.

È proprio lui uno dei personaggi più riusciti del romanzo con il suo modo di porsi, la sua diversità e stravaganza, il suo affetto, le sue idee… insomma così particolare da meritare anche lui altre pagine in cui potersi raccontare. E sì perché l’unico difetto di questo romanzo breve è proprio solo la brevità. Meritava tante e tante altre pagine per lasciarci gustare la taciturna tenebrosità di Tomas, la stravaganza di Flinn e i sentimenti confusi di Kate.

Il romanzo in sé è un piccolo gioiellino che in sole sessanta pagine regala un quadro di una storia d’amore, di eros e di affetto fraterno, dove i personaggi sbucano dalle pagine con le loro peculiarità salienti, ma nonostante ciò sarebbe stato ancora più bello con più pagine che avrebbero permesso di andare più a fondo a tratteggiare i personaggi, soprattutto a raccontarci qualcosa in più del protagonista maschile. Tomas, come ho detto, è di poche parole, quasi sprezzante e indifferente, uno di quelli che colpisce subito perché ci sa fare in tutti i sensi ma sarebbe stato bello riuscire ad approfondire di più il suo carattere e il suo cambiamento.

 

Bravissima comunque l’autrice a raccontarci in poche pagine una storia che sa lasciare emozioni.

13177756_278503869151040_5869875257673998328_n

 

 

 

 

Buona lettura a tutti,

Fabiana

 

 

 

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *