Due gemelli, una ragazza contesa, una storia che vi lascerà senza parole…

Titolo: Per una notte o per sempre
Autore: Robin C.
Genere: Erotic romance/ Suspance
Editore: Newton Compton
Data di pubblicazione: 26 luglio 2018
Link d’acquisto: QUI
Trama: Wyatt Walker è un ambizioso studente che frequenta l’ultimo semestre alla Columbia University di New York. La sua è una vita quasi perfetta: ha una famiglia che lo ama, una compagna che tollera le sue scorribande amorose e un futuro assicurato come avvocato. Un giorno però, durante la simulazione di un processo, incontra la giovanissima Kaelee Connery. Wyatt ne rimane affascinato e decide di concedersi con lei una notte di passione che potrebbe anche essere l’inizio di una bella storia d’amore, se Kaelee non scomparisse senza lasciare traccia di sé. Qualche mese dopo Wyatt torna in Arizona per fare visita alla famiglia, rivede Kaelee e così scopre chi è veramente. Combattuto tra attrazione e odio, tenterà di cancellarla dalla propria vita. Ma quando l’amore decide di farsi strada nel cuore niente può fermarlo.

Recensione

Quando lui spense il mozzicone, Kaelee fece appello a tutto il proprio coraggio: gli si avvicinò fino a sfiorargli il torso, gli portò le braccia al collo e poi lo baciò. Lo fece con passione immediata, per spegnere il fuoco che le bruciava dentro da mesi, per prendersi ciò che aveva sempre sognato, per appropriarsi finalmente di quello scampolo di erotico paradiso.

Ed è così che Per una notte o per sempre di Robin C. edito Newton Compton e in uscita oggi 26 luglio, ha inizio.
Sarebbe la storia perfetta, no? Due ragazzi che si desiderano da tempo, che finalmente possono stare assieme e viversi a pieno. Ma nulla nei romanzi di Robin C. è come sembra.

Era perfetto in tutto: i suoi occhi verdi come laghi di montagna, la sua bocca morbida e grande, il naso dritto, le spalle larghe e il corpo atletico.

Kaelee che sembra una ragazza qualsiasi che ha una cotta per un ragazzo che proviene dal suo stesso paese nasconde in realtà uno scottantissimo segreto che cambierà in un attimo ciò che Wyatt Walker prova nei suoi confronti. Spesso leggiamo di quando odio e amore siano due facce della stessa medaglia, e forse questo romanzo ne è la prova.

Wyatt, sebbene sappia che tutto quello che prova per la dolcissima Kaelee sia la cosa più sbagliata che esista al mondo, non riesce a smettere di esserne quasi ossessionato. Amore, ossessione, lussuria si intrecciano nella sua vita indissolubilmente fino a costringerlo a diventare ciò che odia di più: un traditore.

Sapeva di ragionare in modo assurdo, sapeva di essere lui in torto tra i due, di essere uno sporco traditore che solo poche ore prima aveva finito con lo scoparsi in silenzio e in un capanno lercio una donna che non avrebbe nemmeno dovuto sfiorare con un dito. 

Devo ammettere che il tema del romanzo ovvero cosa sia davvero un tradimento e se in qualche modo possa essere perdonato, all’inizio mi abbia un pochino destabilizzato, perchè io non sono molto incline a perdonarlo, ma Robin C. con le sue parole e soprattutto con quelle di Wyatt, Wade e Kaelee mi ha fatta ricredere.

La vita, purtroppo, ci mette davanti delle scelte e delle occasioni e noi dobbiamo essere pronti e preparati non solo a prenderle, ma anche a gestire tutto ciò che ne consegue.

Wyatt e Kaelee purtroppo in quest’ultima cosa non sono molto ferrati, agiscono senza pensare a nulla tranne che alla passione che li lega, riflettere in quel momento è l’ultima cosa che viene loro in mente.

Non pensano. Agiscono. L’amore d’altronde non è proprio quello che ci rende un po’ folli?

La verità però viene fuori quasi subito ed entrambi ne vengono travolti come da una valanga. La domanda che mi sono posta quasi subito è stata: perchè non parlate? Perchè non vi dite quello che provate? Perchè continuate come se non fosse successo nulla? E forse è proprio questo che fanno, sbagliando.

Travisano quello che c’è stato fra loro e si buttano ad occhi chiusi nella vita, senza guardare dove vanno. 

Questo, in definitiva, è un romanzo strepitoso. Fa riflettere, fa urlare, gridare, fa sospirare, fa capire tante cose sull’amore e sulle conseguenze del seguire un amore sbagliato.

Che dire di Robin C.?

La adoro! Il suo stile è fantastico, chiaro e limpido. L’uso della terza persona è davvero ben congeniato. Tramite esso riusciamo a capire tutte le sfaccettature dei protagonisti che alla fine del romanzo scopriamo essere ben quattro. Leggetelo e perdetevi fra le pagine di uno dei romanzi che non ho paura di definire: uno dei più belli dell’anno!

Gioia De Bonis

 

  • 3
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    3
    Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *