Salve a tutti cari lettori e benvenuti nel piccolo antro di Yls che, anche oggi, recensirà per voi un libro. Si tratta di ‘Il sogno che ho di te’ di Emanuela Aprile.

unnamed-2

Questo romanzo, tutto italiano ed edito dalla Gilgamesh editori, è un romanzo etichettato con il genere rosa, un genere che gli si addice certo, ma personalmente, l’ho trovato molto più profondo, persino introspettivo. Ad ogni modo, non vi farò spoiler, quindi potrete leggere la mia recensione senza alcun problema, iniziamo!

 

Come sempre inizio dalla copertina del romanzo. Ora, non so chi sia il grafico, ma vorrei fargli i complimenti. La copertina è davvero molto bella, semplice, ma d’effetto, davvero strepitosa. Per quanto riguarda l’impaginazione del romanzo, credo che sia perfetta. Certo, io ho letto l’edizione digitale mandata dalla casa editrice, ma non c’è niente che non vada nelle spaziature e via discorrendo, ho trovato molto semplice leggere il libro anche grazie alla cura e all’attenzione che ci hanno messo.

 

Per quanto riguarda il genere, come ho già detto, ricondurlo ad una storia d’amore è poco. Questo libro ha molti altri temi importanti, affrontati con molta delicatezza, cosa che mi ha colpita. Molto spesso mi sono ritrovata argomenti delicati trattati con molta leggerezza, ma in questo caso l’autrice ha avuto il tatto necessario per descrivere determinate tematiche piuttosto toste in modo lineare, ma soprattutto non eccessivo. Ho trovato questa cosa meravigliosa e il suo stile si è sposato perfettamente a tutto ciò che ho letto. All’inizio il libro è partito un po’ lentamente, ma ne è valsa la pena, ho apprezzato molto questa storia e anche se non vado pazza per i punti di vista differenziati, trovo che in questo caso fossero sposati bene con la storia. Ho trovato i personaggi ben strutturati e ben delineati, altra cosa che ha dato concretezza alla storia e l’ha resa più bella ai miei occhi. Ciò che mi sono ritrovata davanti non è una storia banale: Eleonora e Alessio, così come tutti i personaggi presenti nel romanzo, sono veri, autentici, una cosa che ho molto apprezzato, non c’è che dire.

La grammatica è praticamente ineccepibile. Ho riscontrato un paio di errori di battitura, ma nulla di irrimediabile. La scrittura è molto fluida e coinvolgente, queste pagine si leggono molto velocemente soprattutto perché lo stile è molto accattivante e tende dunque a catturare l’attenzione. Il ritmo se dapprima parte lentamente poi si fa più serrato ed è impossibile staccare gli occhi dalle pagine. Faccio i complimenti all’autrice, mi è piaciuta molto! E anche oggi ho finito!

 13177756_278503869151040_5869875257673998328_n

 

 

Alla prossima,

 

Yls.

 

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *