Buon Lunedì! Inizio la settimana parlandovi di “Ti amo ma non posso”, l’ultimo romanzo di Cecile Bertod uscito il 10 Novembre. Ho avuto il piacere di leggerlo e sono prontissima per la mia recensione 😉 

a4ggcybTitolo: Ti amo ma non posso
Autore: Cecile Bertod
Editore: Newton Compton
Data di pubblicazione: 10 Novembre 2016
Genere: contemporary romance
Link d’acquisto: Amazon

 

Trama: 

Sam lavora da quattro anni al «Chronicle» e, dal primo momento in cui l’ha incontrato, è segretamente innamorata di Dave, il vicedirettore del giornale. Nonostante faccia qualsiasi cosa per essere notata, non sembra avere speranze: è timida, insicura e un po’ troppo in carne, mentre Dave ama il lusso, le modelle e ai sentimenti preferisce i flirt di una sera. Quando lo vede in TV accanto a una donna bellissima, Sam si rende conto che non può continuare a sprecare il proprio tempo dietro a un sogno irrealizzabile. Basta con Dave! Durante la settimana della moda di San Francisco, che vede Dave e Sam presenti per lavoro, il bel giornalista scopre però una ragazza che non sospettava esistesse: Sam è molto di più della schiva e silenziosa redattrice sempre infagottata nella sua felpa di pile. Ma anche per lei quei giorni saranno decisivi. Forse ha più d’un motivo per credere in se stessa. E forse c’è qualcuno che, molto prima di Dave, se n’era già accorto…

Recensione:

Una cosa è assolutamente certa, Sam non è la solita protagonista perfetta. Lei è una donna normalissima, con le sue paranoie sull’aspetto esteriore, il brutto vizio di non piacersi abbastanza e un debole per il buon cibo. Incompatibilità assoluta con le diete, nonostante i tentativi. Ma Sam è anche una vera stacanovista, ligia al dovere e con la totale incapacità di dire “no”… soprattutto a  Dave!
Lui, Dave, il vicedirettore del giornale, è un vero…. ehm, un vero farabutto. Diciamo così. Arrogante, concentrato su se stesso e invaghito di qualunque donna filiforme gli passi accanto. Si diletta nel caricare  Sam di lavoro e mille incombenze che c’entrano poco con il giornale.. ma lei è completamente succube del sentimento che prova verso quest’uomo che obiettivamente la ignora se non quando ha bisogno di qualcosa. 

“Ora basta Dave”. Esatto. Basta. Basta sogni. Basta starci male. Basta umiliazioni. Ma soprattutto basta Dave. Perché Dave non è solo Dave. Dave è il simbolo di mille altre scelte stupide chi mi hanno tenuto ancorata al punto di partenza. E invece io voglio muovermi, accidenti, voglio andare avanti. 

Nel percorso di Sam, qualcosa sta per cambiare. La sua autostima potrebbe non essere più un caso disperato! E qui entra in gioco Al: bello, seducente, gentile (al contrario di Dave), premuroso. Insomma, l’uomo perfetto… o quasi. E qui vi rivelo anche un segreto: io ho amato Al. Il bravo ragazzo, quello che sa metterti a tuo agio ed è capace, con una sola parola, di farti sentire la donna più bella del mondo… anche se cinque minuti prima credevi di essere l’opposto. Anche se ti vedevi grassa, informe, quasi orripilante. Con Al diventi bellissima, attraente… irresistibile. E posto che l’autostima personale non debba, a mio avviso, dipendere dal pare di un uomo, lui è un vero toccasana per l’autostima di Sam. La scelta tra Dave e Al è comunque ardua, lo capisco! 

Se la prima parte di “Ti amo ma non posso” è stata totalmente ironica, accattivante, esilarante. L’altra metà è un susseguirsi di lotte, tira e molla dai risvolti sorprendenti e statuette evirate. Sì, ho detto evirate. “Non ti dimenticheremo mai, Onki!” (Era Onki?, mi pare di sì 😛 ). 
La narrazione della Bertod è “iperattiva”, e io l’adoro. Alcune vicende, però, mi hanno rievocato il ricordo di alcune scene cult del famoso “Diario di  Bridget Jones”. 

Da non tralasciare il messaggio importante contenuto tra le righe di “Ti amo ma non posso”: nessuno ha il diritto di farvi sentire sbagliate e di dirvi come dovete essere. Siate voi stesse, amatevi per quello che siete e camminate sempre a testa alta. E soprattutto, mai cambiare per piacere agli altri. Cambiate per voi, se volete, oppure rimanete esattamente come siete perché siete belle così! 

13177756_278503869151040_5869875257673998328_n

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *