Anche quest’anno ho partecipato in qualità di blogger e autrice al Salone Internazionale del libro di Torino. Ecco cos’ho scoperto per Tratto Rosa…

 

Il salone del libro di Torino, che si è tenuto dal 10 al 14 maggio, anche quest’anno è stato un grande successo sia da punto di vista dei partecipanti (circa 144.386 persone hanno varcato i cancelli nei quattro giorni della manifestazione) sia dal punto di vista delle novità editoriali per il 2018 e il 2019.

Quando sono arrivata, la prima cosa che mi ha colpito non è stata tanto la gente (ma solo perché avendo partecipato anche all’edizione precedente, sapevo cosa aspettarmi) ma l’entusiasmo che si respirava fra i diversi stand. La coesistenza fra le grandi e piccole case editrici e anche di moltissimi autori di self publishing, mi ha sorpresa in modo davvero positivo. I libri in fin dei conti ci uniscono tutti in un grande mondo fatto di carta e inchiostro.

La mescolanza di queste tre categorie editoriali è stata secondo me il più grande messaggio lasciato da questa 31° edizione.

Ho partecipato, inoltre, come addetta stampa, all’incontro fra blogger e i capo editori della Newton Compton. Ora, muoio dalla voglia di raccontarvi ciò che ci è stato detto, ma purtroppo non possi dirvi molte delle cose che ci sono state dette perché Top Secret (VERY MUCH SECRET, se le dicessi Raffaello Avanzini verrebbe sicuramente a riprendermi! Potrei dirlo solo per rivederlo, in effetti!), ma ciò che posso rivelarvi è che la Newton Compton sta lavorando per noi a delle uscite che ci lasceranno con la bocca aperta. Verranno pubblicate molte autrici che amiamo come Penelope Douglas e Audrey Carlan, ma soprattutto ci è stata confidata una linea editoriale geniale che forse ci farà risparmiare urla e cleenex: i romanzi facenti parte di saghe letterarie verranno pubblicati tutti a pochissima distanza uno dall’altro!

Non siete contente? Quando ci è stato detto, praticamente noi blogger abbiamo fatto la ola, tanto eravamo entusiaste.

Bilancio finale? Positivissimo per quanto riguarda le scoperte e le novità, negativissimo per il mio portafoglio! Sono tornata a casa con trolley e due buste pienissimi di libri. Non mi sono fatta mancare nulla: ho preso noir, thriller e storie d’amore. Ho svaligiato gli stand degli autori indipendenti, e di alcune case editrici che conosco molto bene. Si può dire che forse io abbia finanziato da sola la 31° edizione del Salone, ma non me ne pento, d’altronde cosa c’è di meglio di un libro?

Attendo con ansia l’anno prossimo per la prossima edizione che si sa già sarà dal 9 al 13 maggio 2019.

E voi ci siete stati? Avete intenzione di andarci? Fatecelo sapere commentando questo articolo!

A presto,
Gioia De Bonis

  • 3
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    3
    Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *