L’argomento tocca un po’ tutti, o almeno tutti quelli che hanno cani maschi! Ci si schiera quasi con estremismo, tra l’assolutamente sì e l’assolutamente n. Soprattutto gli uomini.

Gli uomini sono estremamente sensibili all’argomento! L’idea di togliere i testicoli al proprio cane li fa entrare così tanto in empatia che sembra debbano toglierli a loro… state tranquilli, non ve li tocca nessuno! Ma al cane forse sì… perché?

Non è una legge e neppure una regola. Il cane non va castrato per capriccio o posizione, ma se ci sono motivi ben precisi, direi che l’empatia con le palle va messa da parte.

La castrazione può essere un buon rimedio per anticipare problemi di salute. Previene i problemi alla prostata, ad esempio, frequenti soprattutto nei cani anziani. Altro bel problema sono i tumori ai testicoli! Tolti quelli, tolto il problema, in sostanza.

Ma la castrazione non è solo prevenzione di problemi sanitari. Risolve anche alcuni problemi che sembrano comportamentali ma che in realtà sono di natura ormonale. Spesso problemi comportamentali e ormonali si confondono e si fa sia l’errore di considerarli radicati nel cane, non ricorrendo alla castrazione, sia l’errore opposto e cioè di vedere nella castrazione la soluzione di ogni problema. La cosa va attenzionata bene, magari con un educatore, che vi aiuti a capire la natura del problema. Se il cane scappa perché sente le femmine in calore o si litiga con i maschi per le femmine in calore o fa lo scemo per le femmine in calore o fa pipì ovunque per le femmine in calore… allora sì, la soluzione è la castrazione.

Ci sono però comportamenti dovuti all’istinto di dominanza che non sempre vanno via con la castrazione e che vanno corretti con un addestratore, perché castrando il cane risolverete “solo” quelle spiacevoli situazioni citate più sopra, su prostata e tumori.

La castrazione è una cosa seria, né una tortura che vogliamo infliggere ai cani né la soluzione ad ogni problema. Per ogni cosa, rivolgetevi sempre agli esperti, anche a più di un esperto! Senza pregiudizi, senza timori e soprattutto solo per il bene del vostro cane, e per il vostro bene. Perché un sano rapporto con il mondo che vi circonda vi fa vivere anche meglio il rapporto con il vostro cane. In sostanza, un cane che ha problemi comportamentali non curati o problemi legati alla sua sessualità, limita le esperienze che potete fare con lui!

Perciò… sì o no alla castrazione? Direi che qualunque scelta si debba fare assolutamente con consapevolezza e cognizione di causa.

Buona castrazione 😉

Alessia

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *