E sembrerà scontata come affermazione “Gli animali disabili sono sempre animali”, ma purtroppo per molti non lo è affatto. Tante famiglie ogni anno, ogni giorno, decidono di arrendersi davanti alla prima disabilità del proprio amico a quattro zampe. Ma ci dimentichiamo tutti che, così come le persone, un cane sordo, o cieco, o con disabilità motorie, è un cane come tutti gli altri.

“Come fai a comunicare con un cane sordo? Abbattiamolo.” Dirà chi forse non sa cosa significhi lottare in questa vita. Ebbene, ogni tanto la vita è un po’ complicata, ma le sfide si accolgono, non si rifiutano. Un cane sordo è il minore dei mali che può capitare! Un cane sordo è semplicemente un cane che non ci sente.

Chiaramente si incorre in alcune problematiche, perché l’approccio non sarà lo stesso, ma già i cani, nelle normali condizioni uditive, memorizzano tantissimi gesti e movimenti associandoli a doveri, azioni, situazioni.

Spesso gli addestratori associano al comando vocale un movimento. Il cane così memorizza il comando “seduto”, ad esempio, con un preciso movimento della mano.

In poche parole, si comunica con un cane sordo nello stesso modo con cui si comunica con un cane che ha un perfetto udito: con l’addestramento.

Ma può succedere che i cani siano privati dell’udito e anche della vista! Come fare a mantenere in vita un essere vivente in simili condizioni? Non vi dirò “semplice”, ma anche qui potete rivolgervi a degli addestratori specializzati ed imparare a comunicare con il vostro cane.

I limiti sono fatti per essere superati.

I cani possono avere anche disabilità motorie! E lì dipende sempre dalla gravità del caso. Per esempio per gli animali che hanno problemi di deambulazione che coinvolgono le zampe posteriori esistono dei carrelli che gli consentono un movimento facilitato. Basta una ricerca su internet e il vostro cane potrà tornare a camminare più o meno come prima.

La ricerca ha fatto miracoli anche per loro, ma loro, che siano sani o malati, hanno sempre bisogno di noi.

Adottare un cane è sempre una responsabilità considerevole. Loro hanno bisogno di noi, sempre.

Alessia

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *