Animali ingegnosi e affascinanti quanto fastidiosi e pericolosi! Il peggior incubo di molti ma, cosa fare se ad esser punto è il nostro cane?

Puntura d’ape e cani, specialmente in primavera, vanno praticamente a braccetto. Da un lato abbiamo degli animali affascinanti che stanno vivendo la stagione più impegnativa, dall’altro degli eterni cuccioloni curiosi e invadenti!

Puntura d'ape

Vedono svolazzare qualcosa e devono averla. Non basta osservarla, devono assolutamente morderla, inseguirla, acchiaoparla… e farsi pungere!

Cosa fare non appena ci accorgiamo dell’incidente?

Intanto è necessario estrarre il pungiglione. È il primo classico intervento in questi casi. C’è una cosa, però, che si tende a sbagliare. La modalità di estrazione! Posate le pinzette e trovate una carta rigida, anche una carta di credito. Raschiate finché non va via! Con la pinzetta rischiamo di spremere ulteriormente il pungiglione e far uscire molto veleno. È quello, infatti, che causa maggiori danni. Il pericolo è che possa causare una reazione allergica gonfiando parecchio o causando dei sintomi generalizzati al cane.

Dopo una puntura d’ape, dunque, va estratto il pungiglione con cura e alleviato il più possibile il dolore, magari con un po’ di ghiaccio chiuso in un fagotto e poggiato sulla parte gonfia.

Quando diventa pericolosa la puntura d’ape?

Sembrano simpatici i cagnolini con i musi gonfi, chiare vittime di puntura d’ape, ma state attenti! Potrebbe diventare davvero molto pericoloso. In particolar modo è necessario allarmarsi in due casi. Quando la puntura è stata fatta su lingua o gola, perché gonfiandosi potrebbero essere ostruute le vie respiratorie. Inoltre la puntura d’ape potrebbe causare una non indifferente reazione allergica.

Puntura d'ape

È dunque necessario tenerli sotto osservazione per un po’. Stare attenti a cambi di umore e comportamenti strani. Se dovessero presentarsi o se la puntura dovesse aver preso lingua o gola il suggerimento è di andare dal veterinario. Il rischio è di aver fatto un viaggio inutile, la in questi casi è meglio avere preoccupazioni in più che rimpiangere di non averle avute.

La puntura d’ape può essere un innocente incidente o causare problemi.  Basta però avere piccoli accorgimenti per evitare ulteriori problemi!

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *