Quante volte vi sarà capitato di fuggire urlandi alla vista di un’ape? Vorremmo cacciarla o peggio ammazzarla ma ignoriamo la loro importanza nell’equilibrio del nostro ecosistema. Ma l’importanza delle api non sta solo in questo.

Possiamo imparare dalle api tantissime cose. Sono animali affascinanti nelle loro dinamiche “sociali”. Meccanismi che spesso possono essere paragonati ai nostri ma al paragone perderemmo molto spesso.

Dell’argomento è stato scritto molto! L’associazione naturalisti SACILE ONLUS ha offerto al pubblico un documento consultabile online (potete consultarlo qui). Altri hanno scritto libri sull’argomento per diffondere quante più informazioni possibili sulle api per saperne apprezzare le doti.

Ma cosa sono in definitiva le cose che possiamo imparare dalle api?

Cooperazione

Le famiglie di api sono abbastanza numerose. Parliamo di circa 80.000 componenti! Tutti uniti da un lavoro ben organizzato e strutturato. Le api sono incredibili lavoratrici. Tutto il giorno sono all’opera per la produzione di miele e l’impollinazione. Ogni ape ha un ruolo ben preciso, dipendentemente dall’età!

Comunicazione

Ebbene sì, possiamo imparare anche questo da loro! Elemento fondamentale per la riuscita del loro incredibile lavoro. Comunicano attraverso feromoni e movimenti, per segnalare presenza di fiori o di pericoli. Gli altri componenti sono pronti ad intervenire. Così questo sistema lavorativo si equilibra ulteriormente. Una comunicazione quindi al servizio degli altri. La prontezza ad aiutarsi vicendevolmente e senza indugio.

Adattamento e sacrificio

Le api si adattano facilmente a temperature differenti e a condizioni insolite. Modificano persino l’aerodinamica dell’alveare per far circolare meglio l’aria! In alcune circostanze, per evitare il propagarsi di malattie, decidono persino di sacrificarsi.

Qualità che, se applicate alle nostre vite, ai nostri lavori, li renderebbero migliori. Cooperazione, comunicazione, adattamento, sacrificio per il bene della comunità. Ma è chiaro che non dobbiamo essere “come le api”. Le società sono differenti. L’individualismo è importante, talvolta trascurabile ma non sacrificabile. Ma la cooperazione ci rende più forti, la comunicazione più vicini, l’adattamento più resistenti!

Alessia Di Maria

 

  • 5
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    5
    Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *