L’orologio scorre per tutti ma, più passa il tempo, più scorre in maniera differente. E se il ritmo è sempre quello e il sole e la luna si alternano senza sosta ogni giorno, i contenuti, i sentimenti, i punti di vista, cambiano notevolmente.

Se dovessimo ricordare i genitori dei trentenni di oggi, se dovessimo ricordarli quando avevano quarant’anni, come li penseremmo? Già adulti, seri, con dei figli sulle spalle, un matrimonio consolidato, le domeniche a messa e i vestiti da nonna.

Ma i quarantenni di oggi? Fatichiamo talvolta a considerarli adulti. Spesso sono sposati da pochi anni, qualche volta ancora single o in relazioni complicate, aperte, durature ma senza il coraggio di fare il “passo”. E se a quarantanni, tanti anni fa, avevi già almeno un figlio di quindici, se non addirittura vent’anni, se tutto va bene, oggi, i quarantenni hanno bimbi in fasce o sotto i dieci anni.

Le responsabilità arrivano dopo, col tempo, tutto è dilatato e così anche la maturazione.

E il vero problema non è la differenza tra le due generazioni. Il vero problema è quando le due generazioni si fondono, di confondono e infine si incontrano!

Cosa farà una quarantenne appena separata in un mondo in cui i quarantenni sono ancora ragazzini?

40 sono i nuovi 20 è la storia di Alice che separata da cinque mesi, si reinventa nella casa del padre, lontana dal suo ex. Sperimenta un lavoro da arredatrice, continua a seguire le figlie aiutata dalla madre mentre festeggia i suoi fatidici quarant’anni. Ma tra un bicchiere e l’altro incontra Harry, un ventenne con il quale inizia una relazione inaspettata e che ospiterà nella casa del padre insieme ai suoi due amici. Si ritroveranno così Alice, Harry, gli amici di Harry, le due figlie di Alice, la mamma di Alice e… l’ex marito tornato da lei per riconquistarla!

Come finirà? Basta andare al cinema per scoprirlo!

Esce oggi nelle sale cinematografiche italiane 40 sono i nuovi 20! Buona visione!

  • 8
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    8
    Shares

5 Comments on “40 sono i nuovi 20 | Al cinema”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *