Ha avuto il via lo scorso 28 agosto la 76esima Mostra del Cinema di Venezia, a inaugurarla l’attrice italiana Alessandra Mastronardi: una vera escalation che è partita da “I Cesaroni”, fino al più recente ruolo di madrina a uno tra gli eventi più importanti e attesi della storia del Cinema. 

La 76esima Mostra del Cinema di Venezia si è aperta con la proiezione del film in concorso “La vérité”, diretto dal giapponese Kore-eda già vincitore al Festival di Cannes l’anno scorso con “Un affare di famiglia”. Sul red carpet le prime star: Catherine Deneuve, Juliette Binoche e Ethan Hawke. Ma il calendario delle proiezioni e degli ospiti è davvero ricco di nomi, molto conosciuti e autorevoli nel mondo del Cinema, dello spettacolo e dei social! 

Il calendario delle proiezioni e degli ospiti alla Mostra del Cinema di Venezia 2019: 

Brad Pitt. Biennale di VeneziaUn viaggio nel mondo del cinema lungo ben 11 giorni, alla Mostra di Venezia quest’anno vanno in scena, grazie alle capacità del direttore Alberto Barbera, spettacolo e arte e divismo. Un equilibrio difficile da mantenere, ma che già dai primi appuntamenti sembra coesistere con assoluta naturalezza. Sul red carpet vedremo e abbiamo già visto sfilare Star del calibro di Brad Pitt, che si è detto ai microfoni dei giornalisti italiani gran fan di Valentino Rossi, nella veste dell’astronauta che in “Ad Astra” parte alla volta di Nettuno in cerca del padre. Marylin Streep, regina indiscussa del Cinema quest’anno è nel cast di “The Laundromat” di Steven Soderbergh, insieme ad Antonio Banderas e a Gary Oldman. 

Tra gli ospiti del Cinema di Venezia 2019 risalta il nome dell’attrice Scarlett Johansson che, ai giornalisti, ha detto: sul set recitavo mentre a casa soffrivo. In concorso con il film “Marriage Story”, dove ha recitato da protagonista insieme ad Adam Driver, ha interpretato come un segno del destino girare le scene di un divorzio proprio quando lei stessa era in procinto di separazione dal marito. 

Il film in concorso alla Mostra del Cinema di Venezia che ha innescato la polemica: 

Polanski molto probabilmente non ci sarà. La causa è imputabile al mandato di cattura emesso nei suoi confronti per l’accusa di violenza sessuale del 1970. Ci sarà però il suo film in concorso, “J’accuse”. Uno storico sul caso Dreyfuss, il capitano condannato all’ergastolo per spionaggio, giudicato ambizioso per i tanti riferimenti personali indubbiamente voluti. 

Il suo film in concorso ha comunque fatto scaldare gli animi e acceso la polemica. La fondatrice del gruppo “Women and Hollywood” Melissa Silverstein si è infatti scagliata contro la Mostra. Il direttore Alberto Barbera ha cercato di rimediare riportando l’attenzione su come i ritratti di donne, seppure realizzati dagli uomini, ne facciano risaltare la sensibilità. E si è detto dispiaciuto per le poche donne in concorso, solo due infatti concorrono per il Leone D’oro. 

Il 6 settembre sul red carpet di Venezia arriverà Roger Waters per il documentario US + Them. La 76esima Mostra del Cinema di Venezia si concluderà invece con l’arrivo di Mick Jagger, attore nel film di chiusura, The Burnt Orange Heresy.

Le star italiane presenti alla Biennale di Venezia 2019: 

Chiara Ferragni. UnpostedAlla Mostra del Cinema presenti anche Franco Maresco che racconta la mafia e la Sicilia attraverso la figura della fotografa Letizia Battaglia. Mario Martone, Luca Marinelli, Gabriele Salvatores con un film importante sull’autismo, Francesca Archibugi insieme a Micaela Ramazzotti e Adriano Giannini. E Chiara Ferragni con il documentario “Unposted”. 

Inaspettato anche per il suoi 17 milioni follower, il doc dedicato alla fashion blogger Chiara Ferragni debutta a la Biennale di Venezia. Regia di Elisa Amoruso, prodotto da Memo Films, arriverà nelle sale cinematografiche dal 4 settembre con una full immersion nella sfera pubblica e interiore di Chiara Ferragni.

“Il film ricerca il segreto del suo successo rapido e dirompente, con uno sguardo che non vuole essere giudicante, quanto piuttosto indagatore. Chiara Ferragni è anche la persona che sta dietro al suo personaggio, con le sue fragilità e le sue radici. Proprio queste contribuiscono a spiegare il suo successo in un mondo, quello dei social, che non ha leggi, ma è universale e può offrire una chiave di lettura del nostro presente e del nostro futuro”.

Questo il commento della regista su Unposted che potete leggere per intero sul sito de la Biennale di Venezia (Clicca QUI). 

In Italia è di sicuro la presentazione di Unposted a la 76esima Mostra del Cinema di Venezia quella che crea maggiori rumors. La passerella delle Star è passata quasi in secondo piano. Tra chi storce il naso e chi lo attende al cinema, è il documentario su Chiara Ferragni ad avere l’attenzione. 

“Qualsiasi cosa tu voglia fare, la puoi fare veramente da sola. Più che contare su qualsiasi altra persona”.

Chiara Ferragni. “Unposted”.

  • 9
  •  
  •  
  •  
  •  
    9
    Shares
  • 9
    Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *