Nei film sono state ipotizzate situazioni esilarandi e incredibili: giocattoli che in assenza degli umani si animano, con vite, sentimenti, storie e lotte; animali che in assenza dei padroni parlano tra loro, fanno dei piani, dei progetti, vivono avventure e disavventure; questa è la volta dei bambini.

Quante volte vi siete chiesti cosa frulla per la testa piccola e carina di un tenero bebè appena nato? Quanti di voi l’hanno fissato increduli dinnanzi a tanta innocenza e a tanta dolcezza? Bene, Baby Boss sveste i bambini dalla loro innocenza e li veste di giacca e cravatta per dar vita alla storia di una spia davvero singolare.

Esce oggi al cinema e già da mesi Baby Boss raccoglie consensi e curiosità dal popolo del web. Un lungometraggio animato che racconta la storia di un bambino insoddisfatto, già così piccolo, dalla sua vita. Un malessere precoce che lo porta a lottare contro il nemico numero uno, a suo dire, dei bambini: i cuccioli.

Più che come nemici li vede come rivali perché attirano l’affetto delle persone, più di quanto, sempre a suo dire, riescano a fare i bambini. Una crisi degli infanti, insomma, che tentano di risolvere un gruppo di neonati che nascondono la loro capacità oratoria a tutti gli altri. Il protagonista viene però scoperto dal fratello che, dopo una serie innumerevole di conflitti e problemi, promette di aiutarli, ma solo per potersi liberare del fratellino più piccolo. Ognuno ha il suo antagonista: per i bambini, i cuccioli; per il fratello maggiore, il fratello più piccolo.

Un film per i più piccoli ma che al solito può accogliere al cinema grandi e piccini. Un film dove sicuramente non mancheranno le risate e dove potrete evatere dallo stress quotidiano con qualche sana risata. Baby Boss è al cinema da oggi, 20 aprile!

Buona visione,

Alessia

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *