Un altro appuntamento che farà felici i tanti fan innamorati di lei sin dal primo film della saga di Harry Potter: Emma Watson torna al cinema con un thriller dalle note romantiche. Colonia, un film di Florian Gallenberger, esce oggi, giovedì 26 maggio, con Emma Watson e Daniel Bruhl nel ruolo dei protagonisti che vivranno una singolare esperienza legata ad una setta nascosta dal mondo.

Da poco è uscito il Taiser su La Bella e La Bestia, nel quale solo alla fine, dopo una serie un po’ troppo lunga di inquadrature su una vecchia dimora, appare il volto di Emma proteso verso una rosa e parzialmente nascosto da essa. Ma nell’attesa del 17 marzo del prossimo anno, i fan della bella attrice potranno correre al cinema già da stasera a vedere Colonia. Dal trailer si intravede l’amore tra due giovani tedeschi che lottano durante il periodo del colpo di stato che vede il Cile immerso nel Caos. La giovane coppia, lei una hostess della Lufthansa, lui un grafico e un fotografo, viene separata quando, lui, deciso a seguirla in Europa, viene bloccato in Cile nel 1973. COLONIA-LOCANDINA-ITALIANA-EMMA-WATSON-464x650Daniel viene segnalato come collaboratore dei comunisti e dunque rapito dalla polizia segreta di Pinochet. Dopo delle terribili torture viene segregato nella Colonia Dignidad, al sud dell’America. Un luogo nascosto dal mondo dove domina Pius che controlla una grande setta dalla quale nessuno è mai riuscito a scappare. Lena, Emma Watson, coraggiosa e innamorata decide di seguire Daniel, Daniel Bruh. Va alla ricerca dell’amato inserendosi nella Colonia Dignidad come discepolo di Pius, che la accoglie, dice, come una figlia. Ma il suo intento resta quello di portar fuori da lì l’uomo che ama. Riesce ad accedervi ma, prima di entrare non aveva considerato il problema fondamentale e cioè che poi sarebbero dovuti andar via da lì. Dal trailer si percepiscono dei ritmi incalzanti e forti che guideranno questa folle missione di Lena. Ma riuscirà a salvare Daniel dalla Colonia?

 

 

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *