posterSognare con la matematica si può. E saperlo non serve solo a chi come me Matematica ce l’ha nel piano di studi universitario! Serve a tutti. Perché la matematica, la fisica e tutte quelle discipline che ci mettono paura solo a pronunciarle regolano la nostra vita. Sono alla base di ogni cosa. Lo capiscono certi uomini, che dal buio della propria scrivania rivoluzionano il mondo intero.

C’era una volta Srinivasa Ramanujan, bambino prodigio che crescendo divenne un matematico. Nacque in India ma possedendo un linguaggio, quello della matematica, che gli permetteva di comunicare con il mondo e con la vita,  un giorno si chiese “Perché devo continuare a star qui, impiegato alla Ragioneria di Stato, e accontentarmi della pubblicazione di qualche articolo su giornali matematici? Perché non mandare qualche lettera a Cambridge aspettando che un Godfrey Harold Hardy qualunque mi risponda?” Ok. Probabilmente non furono le sue parole, però così fece! Falliti i tentativi di sponsorizzazione delle sue ricerche, decise di inviare tre lettere a Cambridge con alcune sue teorie. Hardy rispose e lui volò in Inghilterra, sfidando la convenzione sociale che l’avrebbe visto a casa, con sua moglie e un impiego modesto a mettergli il pane in tavola.

Le scoperte di Ramanujan contribuirono a creare la base per gli studi sulla teoria delle stringhe e dei buchi neri! Un personaggio importante oltre che interessante, dunque, da scoprire in questo film che vede come protagonista non soltanto il matematico ma, soprattutto, l’uomo Srinivasa Ramanujan. Tutto gira attorno alle sue scelte, alle sue emozioni e alle sue sofferenze. Perché dietro ad un grande personaggio, c’è spesso un uomo fragile, che vive un paradosso, perché nonostante la sua fragilità esprime una forza, che poi, sa vedere l’infinito, e farlo vedere, a poco a poco, al mondo intero, o almeno a dargliene l’opportunità.

Il film è al cinema da oggi e io non aggiungo altro, neppure il trailer! Andate a vedere il film perché se il Cinema, tra le tante banalità che produce, ogni tanto ci da l’occasione di conoscere e di scoprire, noi dovremmo coglierla, senza farci rovinare un’opera da un Trailer capace solo di svelare e confondere un film che va visto dal primo all’ultimo minuto.

Siate curiosi!

Buona visione e buona scoperta!

Alessia Di Maria

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *