La bellissima Blake Lively torna nelle sale cinematografiche con un film tutt’altro che romantico, tutt’altro che leggero. Paradise Beach dal titolo sembra anticipare atmosfere da sogno, paesaggi incontaminati e momenti di relax e pace.

53107

Un luogo incantato custodito dai racconti e dai sogni, una meta ambita, piena di aspettative quanto di sorprese. Nancy, giovane studentessa universitaria di medicina, decide di partire alla volta del Messico, in quel paradiso dove la defunta madre amava rifuggiarsi, persino mentre sul grembo portava già la protagonista. Parte con delle aspettative subito confermate. Un luogo incantevole dove solcare le onde con la sua tavola da surf. La pace regna in quel luogo, ma solo per poco. Cavalcando con audacia le onde che si infrangono sulla sua tavola da surf resta sola con un paio di ragazzi del luogo, ma quando tentano di andarsene arriva puntuale il peggior nemico dei bagnanti, degli amanti dell’oceano: uno squalo bianco li uccide entrambi. Nancy si troverà a dover combattere a mani nude, con la sua tenacia e la sua intentiva contro il suo potenziale carnefice. Vita o morte. L’adrenalina cresce e le persone si trasformano in qualcosa che è impossibile pianificare. Il film si sviluppa tutto in questa vicenda. Una lotta tra l’uomo e lo squalo. Senza grandi navi senza grandi armi. Il più debole perisce e il più furbo troverà la via giusta per guadagnarsi quel diritto di vita o morte. Chi sarà il più debole? E chi il più furbo? Sembra scontato, eppure per saperlo dovremo vedere il film fino all’ultimo titolo di coda. Ce la farà Nancy a scappare da quella Paradise Beach? O rimarrà per sempre lì, insieme ai ricordi di sua madre e di un sogno ben costruito e poi dissolto nell’acqua?
Esce oggi, 25 agosto, al cinema. La bella e la bestia vi aspettano davanti alle poltrone rosse. Ma… chi è la bella e chi la bestia?

 

Alessia Di Maria

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *