Sarà capitato a tutti di trovarsi a fare giochi di società o di movimento con i propri amici. L’età spesso non conta perché quando c’è la complicità si potrebbe andare avanti fino alla vecchiaia.

Prendimi! Al cinema dal 5 luglio ci fa sentire un po’ tutti coinvolti. Guai ad abbandonare le vecchie abitudini con gli amici. Sia che esse siano il caffè del giovedì pomeriggio o il Softhair della domenica! L’età è solo un numero, l’amicizia è quella cosa che ti fa sentire a tuo agio facendo anche cose da ragazzini ma insieme.

Ma cosa succede quando la competizione si esaspera e il gioco diventa pericoloso? Come affrontare la situazione quando il tempo del gioco e il tempo della vita quotidiana si fondono inevitabilmente?

Prendimi! al cinema dal 5 luglio è la storia di tre ragazzi. Amici da sempre, dal tempo del liceo hanno una simpatica abitudine: quella di giocare a “Ce l’hai”. Ci avremo giocato tutti almeno una volta, ma per loro è diventata una sfuda incredibile. Un componente del trio vuole ritirarsi e gli altri cercheranno in tutti i modi di prenderlo per impedirglielo. Peccato sia il più bravo del trio e questa impresa risulterà più facile a dirsi che a farsi!

Si tratta di una storia vera!

Infatti il film è basato sull’articolo It Takes Planning, Caution to Avoid Being It scritto da Russell Adams per il The Wall Street Journal dove viene raccontata la storia di un gruppo di amici che per oltre trent’anni ha giocato ad acchiapparello. Nel film il gioco si svolge in un mese intero. Una volta all’anno loro abbandonato tutto per giocare a “Ce l’hai” ma il vincitore in carica in quel mese si sposerà e non vuole partecipare. Riusciranno i nostri eroi a batterlo?  Certo l’attore preannuncia già sfide fantastiche. Jeremy Renner, Occhio di falco dei mitivi Avengers è proprio l’uomo da battere!

Come finirà questa storia? Speriamo senza feriti! Buona visione e buon cinema.

Alessia Di Maria

  • 5
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    5
    Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *