L’amatissimo frontman degli Spandau Ballet, Tony Hadley, ha da poco presentato il suo primo album natalizio da solista, “Christmas Album“, registrato e pubblicato proprio nel nostro paese, con musicisti e tecnici italiani.

12364143_206085369726224_22564206_oIl cantante, amatissimo negli anni Ottanta, soprattutto dal pubblico femminile, ha registrato e presentato a Milano questo nuovo lavoro discografico che vanta collaborazioni italiane, da Nina Zilli ad Annalisa Scarrone. Nell’album sono presenti classici come “White Christmas”, “Let It Snow”, “Fave yourself a Merry Little Christmas” e “Santa Claud is Coming to Town, ma anche due inediti, “Every seconds I’m away” scritto da Tony Hadley con la collaborazione di Guidetti e Annalisa Scarrone e “Snowing all over the world” scritto interamente da Hadley. Nell’album ha inserito anche dei brani poco noti che il cantante inglese vuol far conoscere all’Italia attraverso questa nuova avventura discografica. Si tratta di canzoni già molto conosciute nella sua “prima casa”, l’Inghilterra, ma che qui si conoscono poco o che non sono neppure arrivate. Ha tentato, dice, di discostare il suo lavoro dai soliti Album natalizi. Pur apprezzandone la qualità ha preferito un approccio differente, tentando di pulire le canzoni da orchestre e arrangiamenti pomposi per valorizzare il testo dei brani ed esaltarlo, ponendolo in primo piano. L’intento di questo album è di far divertire i fan e di comporre qualcosa di originale che si allontani dal sound degli Spandau Ballet. Per il prossimo album invece ci farà aspettare ancora un po’. Uscirà nella primavera del 2016, e lo stesso Tony Hadley ci anticipa: “Vi farò ballare”.

Non è un caso se la scelta è ricaduta sul nostro paese. Da tempo Tony palesa il suo amore verso l’Italia, considerandola quasi la sua seconda casa, ma pochi si aspettavano un passo del genere. Il “bel paese là dove ‘l sì suona” forse qualche volta è più amato dagli altri che da noi figli “ingrati”? O forse, con un passo indietro,  guardando questo luogo così tormentato, lontano quanto basta se ne riesce a cogliere una bellezza che da vicino talvolta sa fare tanto male.

 Alessia Di Maria.

[author] [author_image timthumb=’on’]https://www.trattorosa.it/wp-content/uploads/2015/10/12167112_10207895047040425_411138268_n-300×200.jpg[/author_image] [author_info]Alessia, 23 anni. Scrittrice[/author_info] [/author]

 

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *