Ebbene, signori, la gaffe c’è stata anche quest’anno!

13062303_10153772230929317_3921677014705101275_n

A rivelare l’esistenza di Playa Soledad questa volta è stata Simona Ventura; l’ha fatto con tutta la naturalezza di questo mondo, proprio mentre stava parlando con i naufraghi, (e già si parla di sabotaggio) ma pare che questi non abbiano sentito nulla.

Sarà vero? E’ stata la produzione ad invitarli a tacere?

Questo non lo sapremo mai, ma sul subito, stando alle loro espressioni impassibili, credo proprio che non abbiano sentito. Erano troppo infervorati dalla discussione innescata da Andrea Preti. Quest’ultimo, tornato dall’isola, ha sparato a zero su chiunque, ma con maggiore attenzione per Marco Carta. Lo ha definito falso, e ha addirittura asserito che il cantante ha chiesto alla produzione di cancellare dei video che lo ritraevano mentre parlava male degli altri naufraghi. 
A questo punto è scattata in allarme anche la conduttrice Alessia Marcuzzi, pronta a difendere a spada tratta l’operato, e l’onestà, dello staff che lavora dietro alle quinte dell’isola dei famosi.

Superato questo momento, la trasmissione è continuata liscia come l’olio: Cristian Galella ha vinto la prova leader e, di conseguenza, una notte con la sua fidanzata Tara Gabrieletto, giunta sull’isola insieme ai parenti degli altri naufraghi che invece hanno potuto riabbracciare i proprio cari solo per qualche minuto.

13087858_10153772146919317_3089358075605143960_n

Da Leader, Galella, ha potuto scegliere tra i naufraghi a chi dare la possibilità di passare la notte con il familiare accorso sull’isola… ha scelto Jonas Berami.

Inoltre, il gruppo, si è ritrovato a dover scegliere tra il fuoco e l’eliminazione di uno dei naufraghi; contro ogni immaginazione, hanno scelto di rinunciare al fuoco pur di rimanere tutti sull’isola.

Su playa Soledad invece è rimasta ancora Alessia Reato, che pare essere ben contenta di vivere in totale solitudine.

L’eliminato della puntata è Gianluca Mech.

I nominati invece sono: Marco Carta e, manco a dirlo, Paola Caruso.

Cinzia La Commare

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *