Sembra che l’estate non voglia arrivare, ma se, come me, siete stanchi di aspettarla, potreste pensare ad un bel viaggio, magari dall’altra parte del mondo. E, con questi miei consigli su come combattere il Jet Lag, niente vi sembrerà più facile.

Quando si decide di partire per un lungo viaggio, la cosa che ci spaventa di più non è il conto alla fine (perché se siamo stati bravi, siamo riusciti a trovare voli e hotel a buon prezzo) ma è il Jet Lag, anche detto disritmia, ovvero il sentirsi spossati, stanchi e confusi dopo essere passati attraverso diversi fusi orari.


Come combattere questo stressante fenomeno?

La prima cosa che possiamo fare è dormire prima della partenza e magari cercare di anticipare o posticipare l’ora in cui di solito andiamo a coricarci, basandoci sulla nostra meta. Ad esempio, se la nostra meta fosse la Grande Mela, New York, che si trova ad ovest dell’Italia, dovremmo andare a dormire un’ora dopo. Se invece è a est, un’ora prima. Ricordate: in linea di massima bisognerebbe dormire almeno sei ore a notte la settimana prima della partenza, per non partire stanchi. Un altro consiglio utile riguarda l’orologio. Mentre siete in volo, regolate già l’ora sui vostri dispositivi. Abituarsi sarà meno difficile!

Pisolini? No! Non dormite sull’aereo (a meno che non raggiungiate la meta durante la notte) e non buttatevi a letto quando arrivate in hotel. Preferite il sole, l’aria aperta e le passeggiate. Ciò sarà utile per combattere il mal di testa da Jet Lag, insieme ad una buona idratazione. Ma mi raccomando: fuggite dalle bibite gassate, preferite l’acqua frizzante o gli integratori salini.

Se vi svegliate comunque nel corso della notte, non accendete la tv o lo smartphone, preferite la luce di un abatjour e un buon libro. Altrimenti, se siete amanti del fitness, prima di andare a dormire, fate due flessioni o una camminata in giro per la stanza, l’esercizio fisico vi distrarrà dal jet lag e vi stancherà, facendovi crollare al momento giusto. Tutto ciò non funziona? È il terzo giorno all’estero e siete più svegli di un picchio a primavera? Beh, se nemmeno la melatonina funziona, correte in farmacia e chiedete un blando sonnifero, fatevi consigliare dal farmacista, mi raccomando, e prendetene solo se strettamente necessario.

Ecco, ora avete tutti i segreti per combattere il Jet Lag, li conoscevate?
Diteci qual è il vostro segreto.

Gioia De Bonis.

  • 13
  •  
  •  
  •  
  •  
    13
    Shares
  • 13
    Shares

One Comment on “Vacanze e Jet Lag: 10 consigli utili per combatterlo”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *