Chi l’ha detto che viaggiare spendendo poco è faticoso e poco soddisfacente? Forse è vero proprio il contrario, sapendo di poter fare tutto e con meno euro. Perché oggi viaggiare non è più un lusso ma un’esperienza da vivere.

Oggi vi mostrerò come, a conti fatti, potrete veramente spendere il minimo sindacale e vedere delle meraviglie. Siete pronti? Avete allacciato le cinture? SI VA A…:

BUDAPEST. Innanzitutto il volo: tutti diretti a partire da 20 euro da Milano, Roma, Pisa, Venezia; tra i 35 e i 50, sempre diretti da Napoli, Bologna, Bari, Lamezia Terme, Catania e Palermo. E ritorno ovviamente. E se prenotate sei settimane prima si può risparmiare circa il 19 % sul costo del biglietto dall’Italia.

Dove alloggiare? Novum Golden Park Hotel (3,10 km dal centro, 36/50 euro a persona); easyHotel Budapest Oktogon (1,92 km dal centro, 47/50 euro stanza doppia); Bohem Art Hotel (1,56 km dal centro, 4 stelle 78 euro per una doppia); Estilo Fashion Hotel Budapest (1,68 km dal centro, a soli 80 euro stanza doppia); infine Ambra Hotel (1,61 km dal centro, 4 stelle da 70 ad 85 euro a doppia). Sono tutti dotati di parcheggio e wi-fi.

Una volta arrivati a destinazione non avrete altro che l’imbarazzo della scelta.

Se siete amanti del benessere, Budapest è una città ricca di terme, oltre 100 già note fin dai tempi degli antichi romani. Le Terme di Széchenyi, sono le più suggestive, contenute in un magnifico complesso neobarocco la cui particolarità permette ai balneari di giocare a scacchi in acqua. E’ aperto tutti i giorni dalle 06:00 alle 22:00 e costa circa 15 euro al giorno. Ovviamente i trattamenti di bellezza, saune e massaggi sono a parte.

Cos’altro? Il Parlamento, in cui è possibile fare delle visite guidate in italiano, un luogo ricco di affreschi, sculture e arazzi dei migliori artisti ungheresi. Il Castello di Buda, ovvero il meraviglioso Palazzo Reale dichiarato patrimonio dell’Umanità. Il ponte della libertà, quello che collega le due parti della città, BUDA e PEST; tradizione vuole che lo si attraversi tutto a piedi esprimendo un desiderio che si realizzerà in men che non si dica. Non ci credete? Provare per credere, e non preoccupatevi il percorso non è affatto lungo!

Come poi non vedere la Basilica di Santo Stefano? Può contenere al suo interno circa 8.000 persone e la vista dall’alto della cupola è spettacolare. Il Teatro dell’Opera, un vero gioiello di architettura neorinascimentale. E dopo aver magari assistito ad uno spettacolo in tabellone, perché no un giro in una delle vie più belle della città, Viale Andàssy, pieno di teatri, negozi di lusso e caffetterie storiche.

E mi raccomando scattate selfie a gogo!

Se amate la storia non potete proprio perdere il Memento Park, il parco che raccoglie le statue simbolo della dittatura comunista. E la passeggiata delle scarpe lungo il Danubio, un monumento alla Memoria per non dimenticare le atrocità della seconda guerra mondiale.

Vajdahunyad Castle, subito dopo piazza degli eroi, è spesso luogo di manifestazioni ed eventi, oltre ad essere bello da visitare. In più, ogni fine settimana, alll’interno del parco c’è un mercatino dell’antiquariato molto interessante. Non potete poi perdere l’isola Margherita, per vedere lo zoo gratuito e passeggiare in bici tra gli alberi secolari e i giardini. E la sera poi? Godere dello spettacolo della luci della fontana che vanno rigorosamente a ritmo di musica.

Infine, per la movida notturna, non potete perdervi i bar tra le rovine, realizzati in palazzi fatiscenti o fabbriche abbandonate, e arredati con gusto, creatività e colore per bere una birra, vedere un concerto o un film. Io direi che a questo punto siamo pronti a canticchiare il ben Danubio blu, mentre partiamo a razzo verso questa città, no?!?

VARSAVIA. Voli diretti da Milano, Bologna e Napoli a partire da 19 euro. Da Roma, Pisa, venezia e Roma a partire dai 30 euro. Come alberghi, carini, economici e vicini al centro (tra 1, 5 km e 3,00 Km) vi consiglio: Chopin apartments Wola (4 stelle, 67 euro doppia); Platinum Residence (61/68 euro doppia, 4 stelle); Platinum Apartments (41/45 stanza); Hotel HETMAN (70/72 la doppia, 3 stelle); Patchwork Design Hostel (2 stelle, a partire da 7 euro la stanza, ed è a 500 metri dal centro).

Cosa Vedere. La capitale della Polonia è stupenda. Oltre che economica. Non potete perdervi La Città Vecchia e i suoi magnifici palazzi colorati e quelli dipinti di Piazza Mercato, Il castello Reale, le chiese, i caffè e i ristoranti dove assaggiare i famosi pierogi, ovvero i tipici ravioloni della cucina polacca. Continuando lungo la strada Reale, la Chiesa di santa Croce dove è contenuta l’urna che ripone il cuore di Chopin; il Parco dei Bagni Reali (Łazienki Królewskie), 74 ettari di terreno su cui sorgono edifici storici, un anfiteatro e il famoso Palazzo sull’acqua, dove talentuosi pianisti allietano le passeggiate di turisti e cittadini con le sonate di Chopin.

Il Quartiere Praga, coi suoi negozietti, le gallerie indipendenti ed ex fabbriche riconvertite in musei, è il quartiere moderno della città in continua evoluzione. Interessanti espressioni artistiche sono il Poster Museum, che espone più di 36.000 poster nella sezione polacca e 25 mila nella sezione internazionale; Il Neon Musezem, ovvero il museo del neon che conserva i neon dei più famosi alberghi e bistrò d’europa.

Il Fotoplastikon un macchinario particolare con un archivio di oltre 7 mila fotografie 3D di Varsavia e di tantissime città del mondo. E’ uno dei pochi esemplari rimasti nel mondo.

Nella città nuova svetta il Palazzo della Cultura e della Scienza, ovvero il palazzo più alto della Polonia con l’orologio, situato sulla sommità, più alto del mondo. Al suo interno, oltre all’accademia della scienza ospita uffici, una libreria, un cinema, e due grandi sale per congressi e concerti. Infatti qui si sono esibiti anche i Rolling Stone e Woody Allen col suo complesso jazz.

Come posto dove mangiare e divertirsi non potete perdere Solec 44, sulla sponda ovest del fiume Vistola. Un locale dove apprezzare i pierogi, la cucina locale, musica dal vivo e giochi da tavolo a soli 0,50 centensimi di euro a persona.

STOCCOLMA. L’autunno è il periodo perfetto per questa meravigliosa città nordica, per il clima più mite e per risparmiare. Con Ryanair trovati voli diretti a partire da 9,99 euro partendo da Roma Ciampino. Ma anche da Milano, Pisa, Venezia e Napoli. Dove alloggiare? Se volete risparmiare dovete usufruire di ostelli e arrangiarvi un po’, perché Stoccolma è una città un po’ cara. Vi lascio il link di Trivago dove potete trovare la sistemazione su misura per voi e per le vostre tasche.

Se volete però un consiglio spassionato, vi suggerisco il STF Rygerfjord Hotel & Hostel, un albergo galleggiante che si trova a 10/15 minuti a piedi dal centro. E’ creato su 3 navi ancorate sulla riva meridionale del Lago Mälaren. Le camere sono con vista lago, con bagno privato o comune, hanno la connessione wifi e una cucina in comune. E i costi si aggirano dai 55 ai 70 euro a persona a notte. Non solo è molto bello e particolare, ma poi ha delle ottime recensioni e tutto a portata di mano.

Cosa Vedere. Stoccolma è un concentrato di cultura, tradizioni e avanguardia, perciò il turista si può sbizzarrire tra musica, design, musei, buon cibo e lo shopping, fra negozi vintage e indirizzi di marchi esclusivi. E’ una delle città d’europa dove si vive  meglio, ed è adatta anche solo per un weekend perché sono scarse tre ore di volo e poi Stoccolma, anche se ha dei mezzi pubblici efficientissimi, si articola in 14 isole visitabili perfettamente a piedi.

A circa 16 euro potete scegliere per il tour di un’ora e 30 minuti a piedi della città vecchia. La guida turistica vi condurrà per le viuzze, mostrandovi i bellissimi palazzi colorati e raccontandovi di leggende e antiche storie della città, conducendovi fino alla strada più stretta della città. Se siete invece più pigri, a 25 euro circa fate un tour simile con l’autobus, a 17 un mini crociera della città. E con 30 euro un tour privato. Bello pure a 42 euro a persona il tour guidato della città in bici. Mitico anche il tour a 27 euro al Museo degli Abba, il famoso gruppo musicale svedese. Su Getyourguide trovate tutti i tour più interessanti della città.

Come già detto pocanzi, fare un tour nella città vecchia, dove potrete ammirare le case colorate, una pavimentazione lastricata in pietra e le migliori strade dello shopping, dei caffè e ristoranti oltre che il palazzo reale. Il Museo di arte Moderna, che contiene una collezione non indifferente e vanta la presenza di opere d’arte appartenenti a Matisse, Duchamp, Picasso e Dalì. Il Fotografiska, museo dedicato alla fotografia, con un caffè all’ultimo piano che ospita prelibatezze golose e una vista mozzafiato della città. La Biblioteca Civica, a forma circolare, sembra di camminare tra i meandri del cervello umano per la struttura particolare. Si possono prendere in prestito libri, dvd, riviste specializzate e persino e-book.

L’istituto italiano di cultura, dedicato al design della nostra amata Italia.  Il Vasa Museet dove è ancorato l’unico vascello al mondo conservato dal VII secolo ad oggi. Merita una visitina la Tunnelbana, ovvero una sorta di galleria d’arte all’interno della metropolitana svedese, fate un giro e se avete poco tempo visitate almeno la linea blu.

Lo Skansen, il primo Museo Aperto del mondo; 300.000 metri quadrati di spazi a disposizione, tra parchi, giardini, riserve, abitazioni e fattorie tipiche provenienti da tutta la Svezia. Qui è possibile avvistare lupi, orsi, alci, partecipare alle feste tipiche della zona vedere lo zoo, i negozi e paesaggi mozzafiato. Di sicuro questa è una tappa imperdibile della città!

Poi c’è lo shopping vintage a Soho, Il Grona Lund, il parco giochi della città dove tra divertimento e zucchero filato potrete tornare un attimo bambini. Il cimitero del bosco, un luogo di silenzio e pace dove ammirare anche la tomba dell’attrice Greta Garbo. Il Tour dell’arcipelago delle 30 mila isolette e il Municipio dove ogni anno vengono consegnati i premi Nobel. Io direi che adesso un biglietto potete proprio farlo!

xoxo Marylla

 

  • 2
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    2
    Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *