Venezia è conosciuta in tutto il mondo per la bellezza dei suoi canali che la rendono sicuramente una città unica dal punto di vista paesaggistico ed architettonico.

Passeggiando per le vie del centro e costeggiando le centinaia di canali che disegnano il panorama cittadino, ad ogni angolo e in ogni scorcio si percepiscono la forza e l’eco di una storia millenaria, fatta di cultura, di intrighi e di conquiste. Nonostante la città veneta rappresenti un unicum nel suo genere, nel resto del continente europeo troviamo altre città che, per esigenze di viabilità o di traffici commerciali, si sono sviluppate lungo il corso di fiumi o dei canali. Il nostro viaggio, oggi, ci porterà pertanto alla scoperta di queste città, più o meno famose, che sono conosciute al mondo con l’appellativo di “piccole Venezia”.

Venezia

Nonostante in giro per il mondo, e per l’Europa, ci siano numerose città che per caratteristiche si avvicinano alla Serenissima, Venezia resta e resterà per sempre una città unica. Come raccontato da un articolo di Rai News, ogni anno milioni di turisti si recano in laguna per respirare la storia e la cultura che sono nascoste in ogni angolo della città. Venezia, sin dall’antichità, si è dimostrata una città in grado di anticipare le tendenze e di vedere il futuro prima delle altre: in terra veneziana, a partire dal 1100, si ebbe la prima esperienza di Repubblica “moderna” in territorio italiano ed il primo progetto di ripartizione dei poteri tra diversi organi statali (legislativo, amministrativo e giudiziario), simile grossomodo a quello della principali democrazie occidentali moderne. Le “invenzioni” e le sperimentazioni, tuttavia, non restarono vincolate alla sola vita politica, ma si estesero presto anche al mondo del commercio, nonché a quello dell’intrattenimento con la fondazione, come ricordato da Betway sul proprio sito online, del primo casinò al mondo, sopravvissuto fino ai giorni nostri e conosciuto come Casinò di Venezia, risalente al 1638. La Serenissima è generalmente riconosciuta come una delle città più affascinanti al mondo e la sua particolarissima conformazione geografica, unita alla quantità di monumenti unici nel loro genere, la rende una delle mete più ambite da parte dei turisti.

Amsterdam

Amsterdam, capitale dei Paesi Bassi, è una delle città più affascinanti al mondo ed una delle mete preferite dai turisti, grazie alla sua capacità di offrire ai suoi visitatori un’esperienza di viaggio a 360 gradi: tra il Museo di Van Gogh, i numerosi parchi in cui è possibile passeggiare e godersi la natura in totale relax, la casa di Anna Frank ed un tour sui canali, è impossibile che possiate rimanere delusi da un soggiorno nella città olandese. Proprio grazie ai suoi canali che, come raccontato da Repubblica sono patrimonio dell’umanità UNESCO, costruiti artificialmente nel XVII secolo e su cui di fatto si è sviluppato il nucleo storico della città con ben 1500 edifici monumentali, Amsterdam è conosciuta in tutto il mondo come la “Venezia del nord” (titolo, tuttavia che come vedremo è condiviso con molte altre città) e, ogni anno, riesce ad incantare milioni di turisti che giungono in terra olandese per godere del suo eterno fascino e della sua atmosfera romantica.

Bruges

Bruges è una delle città turistiche più importanti di tutto il Belgio ed il suo centro storico, circondato da canali, Patrimonio dell’UNESCO dal 2000, ogni anno attira migliaia di visitatori desiderosi di visitare dei luoghi che, di fatto, mantengono intatto il loro fascino da circa un millennio. Anche Bruges è conosciuta in tutto il mondo con l’appellativo di “Venezia del Nord” grazie ai canali artificiali che la bagnano, un tempo utilizzati dai commercianti che li navigavano per raggiungere il vicino mare ed oggi sfruttati solo a fini turistici. Oltre al centro storico, altri luoghi di interesse sono sicuramente la Basilica del Santo Sangue, costruita nel XII secolo, la Piazza del Mercato, risalente al X secolo, la Chiesa di Nostra Signora e molti altri monumenti antichissimi.

Copenaghen

La capitale della Danimarca, una dei centri economici e culturali più floridi dell’intera Europa, nel corso dei secoli ha fondato la propria fortuna, come molte altre città del Nord Europa, sul commercio marittimo e sulla fitta rete di canali che collega i vari quartieri della città. I canali in questione, ancora oggi del tutto navigabili, permettono al visitatore di ammirare da una posizione privilegiata le bellezze cittadine. La crociera sui canali, infatti, tocca numerosi punti nevralgici della città danese, tra cui la celebre Sirenetta, simbolo cittadino e nazionale. Altri monumenti cittadini di grande interesse sono sicuramente il Castello di Rosenborg, il palazzo reale di Amalienborg, i giardini di Tivoli e la città libera di Christiana che, come raccontato da un articolo de Il Corriere della Sera, è un quartiere parzialmente autogovernato ed autogestito che da anni rivendica la propria indipendenza.

Sono decine le città d’Europa e del Mondo che, negli anni, hanno rivendicato lo status di “piccola Venezia” ma, a dirla tutta, per nostra fortuna, di Venezia ce n’è una sola.

L’atmosfera della città di San Marco, per la vastità del centro storico, per la quantità immensa di monumenti, per i suoi ponti ed i suoi luoghi di interesse storico, resta e resterà per sempre un unicum nel suo genere. Come visto, tuttavia, in giro per l’Europa ci sono molte altre città che hanno fatto dei loro canali la loro fortuna, in passato per motivi commerciali ed oggi per ragioni turistiche. Ogni città, in ogni caso, ha i propri caratteri distintivi e ci sembra riduttivo limitare la bellezza di Amsterdam, di Bruges e di Copenaghen, come ovviamente anche quella di Venezia, ai soli canali: stiamo parlando di città incredibilmente belle che, almeno una volta nella vita, devono essere visitate da ogni buon viaggiatore che si rispetti.

  • 5
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    5
    Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *