Profumo di mirto e di rosmarino, denominata Kallìste dai coloni greci, la Corsica è ancora oggi una delle isole più belle da visitare. Con una dualità paesaggistica che accontenta tutti, dall’escursionismo alle immersioni subacquee, c’è tutto ciò che un turista possa desiderare dalle vacanze estive. 

Se per le vacanze estive state pensando alla Corsica, e non ci siete mai stati, come prima cosa dovete decidere che tipo di viaggio desiderate intraprendere. Quali sono le attività che vi interessano, se preferite il mare al fascino rurale dell’isola. Perché sebbene la Corsica non vanti un territorio esteso è sicuramente vario, e le distanze da percorrere si allungano per via della conformazione territoriale. 

Per visitare al meglio la Corsica vi consiglio di scegliere un viaggio itinerante: 

Le montagne Corse sono belle e meritano di essere visitate tanto quanto le spiagge di sabbia bianca e acqua cristallina. Spesso questi due elementi si succedono in breve tempo quando ci si sposta da una parte all’altra dell’isola, ed è questo il motivo per cui le distanze minime richiedono più tempo del dovuto per essere percorse. 

Potete visitare la Corsica con qualunque mezzo: in macchina, in moto, persino in bicicletta scegliendo di raggiungerla via mare. Potete portare così i vostri mezzi, risparmiando sul noleggio, avvalendovi dei collegamenti marittimi. Non è dispendioso, anzi, è la soluzione più conveniente – oltre alla risparmio economico godrete della possibilità di visitare l’isola con i vostri tempi a 360 gradi – e se la vostra idea è proprio quella di visitare l’isola quest’estate già da adesso potete trovare tutte le offerte dei traghetti per la Corsica e prenotare il vostro viaggio. 

Le compagnie navali che arrivano in Corsica dall’Italia sono Moby e Corsica Ferries. I porti italiani principali dai quali imbarcarsi sono Genova, Savona e Livorno.

Se invece preferite visitare una sola località, o noleggiare un mezzo di locomozione in loco, la Corsica può essere raggiunta, naturalmente, anche in aereo e sono ben quattro gli aeroporti presenti sull’isola: Ajaccio, Bastia, Calvi e Figari. Va tenuto presente che i collegamenti da/per l’Italia non sono molti. Si fa spesso scalo in Francia o nelle capitali Europee, con la conseguenza che i tempi si allungano e i costi salgono. 

La viabilità in Corsica: 

se avete optato per il viaggio in auto, vi starete chiedendo che strade troverete dopo lo sbarco sull’isola. Le strade della Corsica sono in via definitiva in buono stato, persino quelle sterrate che non sono poche se volete raggiungere le spiagge più particolari. Ma se soffrite di mal d’auto, o se viaggiate con bambini al seguito, sappiate che sono strade tortuose dove, di notte, non sarà difficile incontrare animali selvatici quali volpi e cinghiali. 

Quali località visitare sull’isola: 

Se avete scelto la Corsica, di sicuro starete pensando a una vacanza in prevalenza balneare. Le spiagge di roccia o di sabbia sull’isola, come è ovvio, non mancano e sono tutte di una bellezza caratteristica che vi mancherà una volta ripartiti. Spiagge bianche, mare trasparente, clima mediterraneo… Le più famose sono senza dubbio quelle di Santa Giulia e Palombaggia. 

Volete qualcosa di più selvatico? Allora la spiaggia di Lotu nel Deserto des Agriates merita sicuramente una visita, ma fate molta attenzione al percorso. Il Deserto des Agritas definisce una zona che è stata denominata “deserto” non tanto per le caratteristiche delle zone desertiche, ma perché lì non esiste urbanizzazione, tuttavia intraprendere la strada sterrata che porta alla spiaggia può essere divertente e con le dovute precauzioni niente affatto pericoloso. 

Come non citare la spiaggia bianca di Tamarone? Talvolta è possibile trovare persino le mucche adagiate in riva al mare, sul bagnasciuga. Il contrasto lo troverete a Nonza, dove la spiaggia è di sabbia nera e le acque azzurre in contrasto donano un colpo d’occhio senza rivali.

Tappa obbligatoria è quella di Sarténe, perché non potete dire di essere stati in Corsica se non avrete visitato la più corsa delle città corse!

si tratta di un borgo nell’entroterra dell’isola in realtà non molto conosciuto ai turisti, è sicuramente meno famosa di Bonifacio che ha dalla sua l’attracco dei traghetti, ma non a caso è stata definita la plus corse des villes corses. Di stampo medievale è tra il suo labirinto di stradine che risiedono le tradizioni isolane!

Infine, la Capitale Ajaccio caratterizzata dal fascino cittadino che spezza l’atmosfera selvatica con i suoi tanti monumenti e una vita tipicamente urbana. Ad Ajaccio potrete visitare la casa natale di Napoleone e la vasta collezione di opere esposte nel Palais Fesch

Non solo mare in Corsica: 

Oltre alle spiagge c’è di più, come i vicoli stretti e i palazzi storici, o le chiese di stile barocco, di Bastia che è anche il maggior porto della Corsica. Meritano una visita anche il sito archeologico di Aléria, la cittadella arroccata di Bonifacio nel sud dell’isola con le sue viuzze strette, i tetti rossi delle case con le pareti ocra e le famose Bocche di Bonifacio che sono l’attrazione maggiore di questa località. 

Dove praticare escursionismo: 

l’isola, come vi dicevo all’inizio, offre anche un territorio montano di tutto rispetto che merita di essere visitato. In Corsica infatti non mancano le vette altissime, i laghi, i sentieri di montagna nei quali immergersi, boschi, torrenti e rocce di conformazione particolare. Luoghi incantevoli che sapranno sorprendervi forse più delle spiagge, che potrete percorrere a piedi o in bicicletta soffermandovi sul panorama spettacolare che si apre fino al mare. 

Il punto più alto della Corsica è Monte Cinto, a 2706 metri sul mare, a nord-ovest dell’isola. Dalla sommità della montagna il vostro sguardo si estenderà fino al Golfo di Calvi, Capo Corso e addirittura l’isola d’Elba. Più a sud, nell’entroterra di Ajaccio, vi consiglio di visitare il massiccio del Monte Renoso (2.352 m) sotto cui si trovano diversi laghi tra cui il Lago di Bastani, il più suggestivo della Corsica. 

Che aspettate a prenotare? Controllate le migliori tariffe dei traghetti e quest’estate partite alla volta della Corsica! 

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *