In una città come Barcellona il divertimento notturno è assicurato. C’è vita praticamente fino a tardi sull’arteria verde della Rambla che si snoda fino al mare.

Pub, discoteche, ristoranti non mancano in ogni angolo della città anche se in ogni periodo dell’anno c’è un assalto di turisti che fa paura. Insomma è difficile trovare gente locale con cui parlare, ovunque ti giri è pieno di italiani.

Se cercate un posto per mangiare abbordabile e gustoso allora non potete perdervi Can culleretes, in carrer quintana 5; è il ristorante più antico di Barcellona, che si trova proprio nel cuore del barrio gotico.

www.apartmentbarcelona.com
www.apartmentbarcelona.com

Nel quartiere della Barceloneta, lungo il porto, è pieno di locali in cui mangiare la paella, anche se non è un piatto tipico di Barcellona tutti i turisti la cercano per cui viene cucinata ovunque. Qui si trovano degli ottimi menù completi a 15/20 euro.

Se invece volete gustarvi uno spettacolo di flamenco allora debbo dirvi che siete proprio fuori strada, questo ballo non è tipico della Catalogna, dove invece si balla la Sardana, di solito la domenica mattina davanti alla cattedrale. Ma se proprio sei un appassionato di luoghi comuni relativi alla Spagna, allora puoi andare ad ammirarlo nel locale Tarantos (placa de reial 17) Vengono proposti spettacoli di un’ora al costo di 10 euro.

http://www.keyword-suggestions.com
http://www.keyword-suggestions.com

Per le discoteche molte gettonate, soprattutto d’estate, si trovano al Porto Olimpico, che è il luogo cult del popolo della notte, con musica commerciale e prezzi un po’ altini per bere, anche se vi verranno offerti molti chupiti per adescarvi.

Arena, in calle Muntaner 63, è la disco gay più famosa del quartiere example.

Due bar veramente deliziosi sono l’Ice bar in ramon trias fargas 2 e il bosco delle fate alla fine della rambla.

Il primo è un pub di ghiaccio, si tratta anche del primo icebar sulla spiaggia. Il contrasto è quasi scioccante, in quanto d’estate passate dal caldo al gelo. All’ingresso vi danno una giacca da eschimese e dei guanti. La temperatura interna va dai -2 ai -10 gradi. Ci sono sculture di ghiaccio che vengono rinnovate una volta all’anno.

Il bar serve cocktails in bicchieri fatti di ghiaccio. L’ingresso costa 16,50€ e include un cocktail (anche analcolico). Per risparmiare si possono comprare anche i tickets online. Calcolate che a causa del freddo intenso non riuscirete a stare troppo tempo nel locale, ma non si tratta di un locale per bere quanto piuttosto una magica esperienza che vi catapulterà in pochi istanti da 30 gradi a – 2, per cui non dimenticatevi il cellulare per le foto, anche se con i guanti sarà difficile usarlo e sicuramente avrete poco coraggio di toglierveli.

Il bosco delle fate invece è un pub interamente decorato a tema fatati, magia, boschi. A Roma ce ne sono tre così decorati ma nessuno dei tre riesce a dare una immagine così magica ed eterea. Se non vuoi fermarti a bere puoi entrare solo per scattare qualche foto.

Buona Movida a tutti,

Fabiana

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *