Cari viaggiatori, dopo tanto peregrinare non possiamo perderci un quartiere totalmente dedicato all’erotismo… e sì, non bastava qualche negozio, a Parigi, sotto le pendici di Montmartre c’è Pigalle, il quartiere a luci rosse, così come ad Amsterdam c’è la via a luci rosse con le donne in vetrina. È un concentrato di sexy shop e di locali per spettacoli erotici. Oggi giorno è diventato meno malfamato di un tempo ed è divenuto uno dei quartieri frequentato dai turisti per sperimentare la vita notturna di Parigi.

Foto di www.marcopolo.tv
Foto di www.marcopolo.tv

Ovviamente non può mancare il museo dedicato all’erotismo, ma l’attrazione principale è il famoso Moulin Rouge, oggi diventato un cabaret di fama mondiale dove si ballava e si balla il can-can. Il Moulin Rouge venne immortalato da Toulouse-Lautrec e da alcuni film di Hollywood, ormai si è trasformato in un locale turistico, con spettacoli molto soft. Si tengono due show serali con cena inclusa. Ogni spettacolo si conclude con il celebre can-can.

Il quartiere di Pigalle accompagna i turisti per recarsi nella vicina Montmartre e dietro le vetrine dei tantissimi sexy shop si nascondono gli animi viziosi e trasgressivi. È pieno di locali notturni dedicati agli eccessi, all’ingresso PR che invitano i passanti ad assistere agli spettacoli erotici. I sexy shop sono concentrati in Place Pigalle e nel principale boulevard de Clichy.

Il nome a questo quartiere è stato preso dallo scultore Jean-Baptiste Pigalle, ma durante la seconda guerra mondiale gli fu affibbiato un soprannome che descriveva alla perfezione l’anima licenziosa e trasgressiva del quartiere: Pig Alley, il viale dei maiali. Infatti i soldati si recavano nel quartiere alla ricerca di divertimenti proibiti.

Come dicevo, oltre ai locali storici a luci rosse, nel quartiere c’è un’alta concentrazioni di sexy shop che vendono materiali per adulti, molti sono esposti in bella vista in vetrina facendoci strabuzzare gli occhi per la sorpresa e il divertimento. ‘La Princesse sur le petit pois‘ è il più grande esercizio del mondo dedicato alla vendita dei vibratori, dildi e falli artificiali, di ogni forma e dimensione.

Comunque nel quartiere non ci si va solo per sbirciare le vetrine a luci rosse e gli spettacoli erotici, sono presenti anche locali in cui si esibiscono gruppi musicali dal vivo. Io sono stata al Divan du monde per vedere il mio gruppo rock preferito, pains of salvation, ero a un passo dal palco.

Buon divertimento a tutti nel quartiere più trasgressivo di Parigi.

Fabiana

 

 

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *