Quanti appassionati del “Lord of the Rings” hanno sognato ammirando i paesaggi del film? Quanti hanno desiderato di vederli almeno una volta nella vita? Non è impossibile: basta andare in Nuova Zelanda.

Le dolci colline della Contea, lo stupefacende Monte Fato, i campi della battaglia di Plennor, non sono un’invenzione. Sono tutti splendidi paesaggi della Nuova Zelanda. Scelti con maestria da Peter Jackson e New Line Cinema in seguito a una ricerca aerea per l’Oceania. Nel settembre 1998 notarono dei luoghi perfetti per girare il mitico film tratto dai libri de “Il Signore degli Anelli” e lì costruirono la scenografia che ancora ricordiamo.

Tutti luoghi che è possibile visitare, alcuni dove persiste persino parte della scenografia del film. Come la fattoria della famiglia Alexander, dove vennero costruite le splendide case degli Hobbit e che non furono smontate interamente. Alla famiglia fu dato il permesso di aprire la zona al pubblico, così oggi, grazie anche a cartelli evocativi del film, è possibile visitare quei luoghi e quasi rivedere le scene girate lì.

Nella regione di Wellington potrete trovare diversi luoghi del film: Hobbiton Woods, il fiume Auduin, i giardini di Isengard e il regno di Lothlorein. Sull’isola del nord, Peter Jackson e New Line Cinema scoprirono splendidi paesaggi, ricchi di immagini diverse e grandiose: laghi, vulcani, rocce, furono terreno perfetto per il Monte Fato.

Le location del film sono tantissime, tutte disseminate per la Nuova Zelanda. Tra luoghi privati e pubblici, ormai tutti aperti ai visitatori, il paese è pieno di luoghi che richiamano le splendide ambientazioni del film. Un viaggio per veri Nerd, ma non solo. I paesaggi de “Il Signore degli Anelli” sono suggestivi per chi ne ha amato il film ma splendidi anche per chi non lo conosce. Luoghi dal valore naturalistico enorme, distese di verde e promontori affascinanti che la Nuova Zelanda offre anche a chi vuole apprezzarne la bellezza, indipendentemente dalla leggendaria saga.

Alessia Di Maria

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *