Il periodo natalizio ci travolge di messaggi carichi di ideali di benessere, affetto e appagamento. Nei giorni precedenti, siamo circondati da questo  clima di attesa di un momento che dovrebbe essere il più sereno dell’anno e colmo di buoni sentimenti nonché intenzioni, siamo letteralmente bombardati. 

Eppure non è così per tutti, perché in alcune persone questo periodo di festa scatena tristezza e depressione. Gli esperti chiamano questo sentimento di sconforto e tristezza Christmas Blues.

I motivi per cui questi sentimenti negativi si sviluppano sono molteplici, uno dei più frequenti è proprio insito nel clima di riunione familiare che riporta in luce il ricordo di persone care che purtroppo non sono più con noi a festeggiare questo periodo. Quindi le feste verranno vissute con malinconia proprio in virtù del fatto che si acuisce questa mancanza e la nostalgia.

Oppure si può essere lontani dalla famiglia e si esperiranno sentimenti di solitudine e di nostalgia, o non si ha più una famiglia. O semplicemente siamo schiacciati da ricordi di situazioni negative passate che ci rendono pessimisti e sconfortati e non ci permettono di abbracciare il clima di festa.

La depressione Natalizia condivide gran parte dei sintomi con quella comune, pertanto è necessario farsi seguire da uno specialista per avere un’idea chiara del malessere. In questo periodo si registra un boom di richieste di aiuto agli psicologi e si verifica anche un aumento del tasso di suicidi. La tristezza del Natale si alimenta in questo periodo di festa perchè molti sentono che devono essere felici a tutti i costi, come se non fosse permesso di essere sottotono mentre il resto del mondo mostra allegria ed euforia.

I sintomi possono essere molteplici: esaurimento fisico, insonnia, mal di testa, senso di mancanza di concentrazione, senso di vuoto e tristezza, paura della solitudine, inquietudine e ansia, mancanza di libido, qualcuno può ripiegare sul cibo con frequenti comportamenti di abbuffata emotiva.

Possiamo attuare delle piccole strategie per aiutarci a contrastare questi sentimenti negativi. Il primo passo è quello di non far finta di stare bene, bisogna condividere con chi ci sta accanto il nostro malessere.

Dobbiamo sforzarci di uscire e organizzare la nostra giornata con le attività che più ci piacciono. Al tempo stesso dobbiamo imparare a dire no alle situazioni e alle persone che non ci fanno stare bene.

La depressione non va mai presa sottogamba quindi se, nonostante i nostri sforzi, siamo ancora giù e perdiamo interesse per tutto è il caso di chiedere aiuto al personale specializzato.

Fabiana

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *