La rabbia è uno dei sentimenti più forti che proviamo. Quando ci arrabbiamo siamo più forti, più passionali, alziamo la voce. Quando ci arrabbiamo per davvero, sembriamo potenti. La rabbia non sembra mai scemare.

In realtà, come tutte le emozioni, ha un inizio, un picco e una fine. E quando questo momento accade, a volte realizziamo che la nostra rabbia era eccessiva, oppure ingiustificata. Ci sentiamo spossati e provati, come se avessimo corso una maratona.

La rabbia, se canalizzata, può darci quella spinta in più per portare a termine un compito o può motivarci verso qualcosa. Tuttavia canalizzare la rabbia non è molto semplice, perché tende a sfuggire al controllo, essendo appunto un sentimento impetuoso.

Vi sono alcune tecniche di self-control che ci possono aiutare a gestire la rabbia.

Per esempio la meditazione e le tecniche di controllo della respirazione. Queste tecniche ci insegnano a non essere impulsivi, ad arginare con il pensiero le emozioni e tutte le reazioni fisiche che comportano, per esempio l’aumento del respiro e del battito cardiaco.

Esercitando razionalmente un controllo sulla respirazione e rallentandola, si ha di conseguenza un rallentamento anche del battito cardiaco.

un’altra tecniche di gestione della rabbia è la tecnica di focalizzazione attentiva. In un momento in cui si è tranquilli, bisogna pensare a ciò che ci fa arrabbiare e focalizzare l’attenzione su elementi che possano aiutarci a controllare la rabbia, come un suono, un pensiero, un odore. Facendo un esercizio costante di questo tipo in un momento in cui non siamo presi davvero dalla rabbia, quando poi avviene la situazione che scatena la nostra ira, dovremmo essere in grado di trasportare la nostra abilità di ridurre lo stress emotivo richiamando il nostro “salvagente mentale”.

Un altro aspetto importante da tenere in considerazione, se siamo persone che si arrabbiano facilmente, è cercare di capirne il motivo. Razionalizzare la rabbia e vederne la causa primaria, non solo secondaria, è sempre un’ottima tecnica per ridurla.

Come tutti i sentimenti, anche la rabbia può essere usata a nostro vantaggio. Ma in questo particolare caso, è da considerare come una porta con su scritto “Attenzione! Procedere con cautela!”. Quindi procedete con cautela e non siate troppo arrabbiati.

 

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *