I pareri sono alquanto discordanti e non si sa ancora bene se il tradimento è solo di tipo fisico o se vale anche il pensiero per giudicarlo tale. Ma parliamo subito di numeri. Quante persone tradiscono?

Secondo una ricerca britannica, il 55% degli adulti avrebbe commesso un tradimento di tipo estraconiugale, quindi fisico, mentre il 90% all’interno di una relazione di coppia stabile si dedica a tradire col pensiero.Non tutti concordano su quale dei due sia più grave e sembrerebbe esistere una differenza uomo/donna di natura antropologica.

A quanto pare, secondo uno studio del Dipartimento di psicologia dell’Università norvegese, l’uomo mal tollera il tradimento fisico perché in caso di riproduzione si sa per certo chi è la madre ma non si saprebbe chi è il padre. E di contro, la donna sarebbe più indulgente nei confronti di un tradimento fisico invece di quello mentale perché è certa di esser la madre dei propri figli, e allo stesso tempo vuole assicurarsi che l’uomo sia mentalmente coinvolto e tenga lei e la prole al sicuro.

Io credo che dai tempi delle caverne di acqua sotto i ponti ne sia passata, e che ognuno di noi abbia le proprie opinioni e la propria scala di valori. Non è certo l’antropologia a decidere quale tra le due tipologie di tradimento, quella fisica e quella mentale, sia più grave, bensì a farlo è la nostra storia personale, indipendentemente dal nostro sesso.

Tradimento

Vediamo insieme quali sono i tipi di tradimento.

David Lusterman, uno psicologo americano, ha suddiviso il tradimento fisico in quattro categorie:

  1. Relazione esplorativa. Un banco di prova a cui sottoponiamo la nostra relazione per sondare se altrove potremmo trovare del sesso o una compagnia migliore oppure maggiori gratificazioni.
  2. Relazione tripode. Si tradisce perché ci si sente soffocati dai limiti di una relazione e si desidera ristabilire la propria autonomia.
  3. Relazione di rappresaglia. Si tradisce per vendicarsi di un torto subito.
  4. Relazione di uscita. Si tradisce come goccia che fa traboccare il vaso di un matrimonio ormai alla frutta.

Dall’altro lato, esiste il tradimento mentale, che si traduce in fantasie che hanno come protagoniste persone che si conoscono nella vita reale (colleghi, amici, conoscenti) e persone incrociate su internet. Qui dovrebbe vigere la regola della condivisione col partner. Magari ci si può fantasticare insieme per rendere ancora più piccante un momento hot. Se da una parte i pensieri, a differenza delle azioni, non si possono controllare e questo tipo di tradimento rimane platonico, è anche vero che lasciare che la fantasia diventi ossessione, concentrare la propria immaginazione su qualcuno che frequentiamo nella vita reale, potrebbe comunque condurre la coppia a una crisi. Il livello di coinvolgimento emotivo, tra messaggi a tinte forti, video chiamate e incontri fugaci, potrebbe superare, per intensità, un rapporto sessuale e mettere fine al matrimonio.

Ciò detto, perché non discuterne?

Che il tradimento sia fisico o mentale, perché non parlarne -intendo prima- col partner? Perché non mettere a nudo le emozioni e i sentimenti che potrebbero condurci tra le braccia di una terza persona? Se non ci si è accordati in precedenza per una relazione aperta, in cui entrambi hanno apertamente la possibilità di relazionarsi con una o più persone esterne alla coppia, si va incontro alla delusione e la fiducia potrebbe rimanere compromessa.

Si può perdonare il tradimento? Fattibile, anche se molto difficile. Il più è recuperare la fede nell’altro. Se quando lui ti dice che farà tardi, tu te lo immagini tra le braccia della segretaria e vai in crisi e ti prepari a una scenata di gelosia, allora non lo hai perdonato. Se conservi il colpo in canna, pronta a restituire il favore alla prima occasione, nemmeno. Cercate piuttosto di riconquistarvi a vicenda e di migliorare quegli aspetti che vi hanno fatti allontanare.

E voi credete che il tradimento sia solo fisico o che valga anche il pensiero? Fatemelo sapere nei commenti.

Alessia Garbo.

  • 14
  •  
  •  
  •  
  •  
    14
    Shares
  • 14
    Shares

2 Comments on “Il tradimento: è solo fisico o vale anche il pensiero?”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *