Oggi parliamo di emozioni. Le emozioni sono il motore, il carburante e la forza che spesso ci spinge ad agire. Ci rendono chi siamo, persone ricche interiormente.

Eppure c’è un aspetto con cui abbiamo sempre dovuto fare i conti. Il controllo delle emozioni.

I bambini non hanno il minimo controllo sulle emozioni, perché è un’abilità che si impara negli anni e con grande sforzo ed esperienza. Controllare le proprie emozioni significa essere padroni di se stessi. Ed essere padroni di noi stessi diventa la chiave per il successo, o almeno così ci dicono.

Diventiamo talmente bravi, da adulti, che rischiamo di incappare nell’errore più pericoloso. Parlo dell’ignorare le emozioni, fino ad arrivare a soffocarle.

Se c’è qualcosa che ogni psicologo arriva a chiedervi è questa: cosa provi?

E quanto è grande la sorpresa nello scoprire che non lo sappiamo! Che non riconosciamo più le nostre emozioni!
Perché questo diventa un errore? Perché controllare in questo caso non significa più essere padroni di se stessi. Il controllo non implica uccidere le emozioni, oppure nasconderle, mascherarle, ignorarle. Controllare le emozioni è un’arte più sottile. Vuol dire rendersi conto quando qualcosa ci disgusta, ci fa arrabbiare, ci dà fastidio. Dopo che ce ne siamo resi conto possiamo infatti analizzare razionalmente l’emozione improvvisa e ridurla, soprattutto se ingiustificata.

Le cosiddette “reazioni a pelle” possono aiutarci o meno, ma vanno comunque analizzate con calma. Perché se lasciamo che le emozioni diventino invisibili, se le lasciamo agire “di nascosto” dalla nostra attenzione, rischiamo di impoverirci e irrigidirci. E non intendo solo sui giudizi a priori verso chi “non ci piace”, ma anche verso situazioni che oggettivamente ci hanno infastidito e che abbiamo trascurato.

Perché le emozioni invisibili, quelle non considerate o soffocate, diventano come fiumi sotterranei che ci scavano dentro poco a poco. E improvvisamente ci ritroviamo ad essere sempre arrabbiati con tutti, senza un’apparente ragione.

Ecco perché riconoscere le emozioni invisibili è importante. Non lasciate che diventino fiumi segreti, ma analizzatele subito per arginarle. Solo allora potrete dire di avere davvero il controllo sulle vostre emozioni.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *