Si avvicina per i liceali all’ultimo anno il periodo più stressante di tutti. Il famigerato esame di stato.

Mai come in questo momento saranno disperatamente a caccia di metodi di apprendimento e memorizzazione veloce. Oggi vi do alcuni esempi.

Premessa. Se avete sempre studiato in un determinato modo, cambiare proprio all’ultimo momento non è affatto funzionale. Dunque il mio primo consiglio è di non cercare vie facili proprio ora, credendo che siano la vostra salvezza. Detto questo, ecco alcune tecniche di apprendimento veloce.

Come detto nell’articolo riguardo alla memoria (qui), per ricordare le cose è preferibile manipolare spesso l’informazione da apprendere. Ovvero ripetere ad oltranza, ma non a memoria. Ripetere come se fosse un racconto, poi per schemi, poi per punti fermi o parole chiavi. Scegliete voi la sequenza, basta che ripetiate ciò che dovete ricordare, possibilmente ad alta voce. Così che il cervello sia costretto ad elaborare l’informazione due volte in contemporanea.

Altro metodo di apprendimento veloce è fare schemi riassuntivi. Non dico dei veri riassuntini, con tanto di svolgimento e così via. Eliminate articoli, congiunzioni e punteggiatura. Frasi breve e concise, frecce che colleghino i vari passaggi e così via. Un vero diagramma dell’argomento, che potrete poi utilizzare per la ripetizione. Rielaborare il contenuto da apprendere è la via più veloce per ricordarlo.

Associate ciò che dovete imparare a qualcosa di piacevole per voi.

Per esempio alla musica o a un dolce o a un ricordo piacevole. Questo è più complicato da fare, ma non impossibile. Se per esempio state ascoltando la vostra canzone preferita mentre ripetete storia e iniziaste a canticchiare l’argomento sulla base della musica, vi ricorderete più facilmente l’argomento.

Un altro consiglio da tenere a mente mentre studiate:

fate pause di dieci minuti per ogni quaranta che siete chini sui libri. Dopo quaranta minuti il nostro cervello ha immancabilmente un calo di attenzione. Forzarlo avrebbe l’effetto opposto, rendendo vano quasi tutto lo sforzo precedente.

Questi metodi sono stati tutti utilizzati dalla sottoscritta in vari modi e per vari anni. Come premesso all’inizio, però, ognuno ha la sua tecnica per imparare.

La vostra quale è?

Buono studio a tutti!

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *