Il mio lieto fine sei tu“. E’ il secondo capitolo della duologia Christian Kelly – Gioia Caputi, edito da Piemme. Una storia d’amore unica e irripetibile.

SINOSSI

elisagioiaTrovarsi a New York, circondati dal fascino magico e dall’energia della città dalle mille luci, per di più a San Valentino… Può esserci qualcosa di più eccitante e romantico? Sbagliato. Per Gioia Caputi, brillante copywriter in trasferta negli USA per lavoro, questa situazione da sogno si sta trasformando in un incubo. Perché non solo si ritrova sola, con il cuore infranto, in mezzo alle coppiette che festeggiano, ma per di più l’oggetto dei suoi desideri è proprio lì, a un passo da lei. Christian Kelly, troppo sexy per essere vero, con un sorriso così irresistibile da meritare la qualifica di “illegale”, è il boss della casa discografica per cui l’agenzia pubblicitaria di Gioia lavora. Ed è l’uomo che, otto mesi prima, aveva fatto irruzione nella sua vita conquistandole completamente la mente e i sensi… per poi troncare via e-mail e tornare dalla sua ex. Otto mesi di silenzio. Otto mesi di perché senza risposta. Otto mesi in cui il cellulare di Gioia non si è illuminato con il “suo” nome.

Questa volta, però, Gioia ha giurato di disintossicarsi dalla Christian-dipendenza: ha chiuso con l’amore, una volta per tutte. Peccato che l’amore non ascolti ragioni: è proprio quando tu smetti di crederci e di cercarlo, che a lui piace entrare nella tua vita e scombinare tutto… Come un uragano.

RECENSIONE

La storia di Gioia Alessia Caputi e di Christian James Kelly aspettava di essere raccontata fin dalla notte dei tempi. Gioia e Christian erano due stelle del firmamento che avevano smesso di brillare. Un’esistenza opaca, la loro, che si trascinava carambolando per la via lattea. Fino a che un giorno, girovagando tra le pieghe luminose dell’universo, una donna coraggiosa e altruista, e tanto tanto creativa, li trovò smarriti e senza una meta. I loro visi, bellissimi ma spenti, le loro emozioni incantate come un disco rotto. Erano fermi come al n. 52 del gioco dell’oca, aspettando che qualcuno li liberasse da quella prigione interiore. Furono le loro parole a colpirla. Entrambi reclamavano il #maiunagioia, entrambi volevano un amore su cui contare, un tornado che gli sconvolgesse l’esistenza.

Elisa Gioia, decise così doveva rimetterli orbita, facendo tornare in sesto i loro frammenti di luce e farne un astro lucente che nemmeno il Rockfeller Center a Natale. Così, con tutto il suo esercito della salvezza (Mac, penne, pennarelli, teaser, bloc-notes, ecc…), armata di penna d’oro e santa pazienza, partì in missione segreta. Gioia e Christian avrebbero ritrovato la traiettoria, e sarebbero tornati a splendere l’uno nell’altro, come un unico astro nascente: l’amore.

Così è nata una meravigliosa duologia, “So che ci sei” e “Il mio lieto fine sei tu“, edita dal sapiente occhio lungo della Piemme. E con essa la storia di Gioia e Christian. 

IMG_1664Li avevamo lasciati così…otto mesi di silenzio, otto mesi di sofferenza, otto mesi di separazione. Otto mesi in cui ognuno aveva dato le proprie risposte, fatto le proprie scelte, messo un oceano di distanza. Entrambi, però, non avevano fatto i conti con il cuore che non si ferma davanti a nulla, che impavido apre anche le porte più ostinate, rompendo i cardini, se necessario. Perché il cuore è il miglior scassinatore sulla piazza.

IMG_1079Volente o nolente, Gioia Caputi riparte alla volta di New York, accompagnato dal secondino di Bea, Marco, il collega gay di Gioia. Il timore reverenziale del Rottweiler versione Fata Madrina faceva più terrore di un attacco dell’Isis. Già perchè quel “Vada a New York e si riprenda mio nipote” era l’ultimatum lanciato da Sabrina, capo di Caputi e zia di Kelly. Ovviamente, la Gioia che noi tutti conosciamo, mentiva a se stessa e a tutti con quel “vado via per lavoro! Niente Kelly, niente Love Story“. Solo dal Vangelo secondo Bea si poteva carpire la verità, “quando dice niente Kelly e niente Love Story intende che spera di incontrarlo. Bisogna sempre leggere i messaggi subliminali con lei“.

IMG_1083Dobbiamo aspettare un po’ di pagine, ricordi dolorosi, profumi indimenticabili, paturnie sarcastiche, che sono diventate un must della copyright più amata dalle lettrici italiane, prima del fatidico incontro tra i due. E’ un’attesa piacevolissima, però, ve lo garantisco, perché Elisa Gioia sa benissimo come intrattenerci nel frattempo, sa dove colpire, e dove affondarci soprattutto, con singulti, speranze, occhi a cuoricini, e copiose lacrime, facendo cambiare faccia alle nostre iridi. Lei è una “strega”, ha il suo libro delle ombre, ed ora che voi lo sappiate: ci ha fatto l’incantesimo delle parole, abbiamo bevuto tutte la sua pozione magica. Sono sicura che siamo tutte felici di essere Gioia’ books dipendents. E’ un veleno dolce il suo, col quale ci ha rese completamente e infinitamente innamorate di Christian Kelly.

Mi avvicinai all’armadio e sfiorai la seta pregiata. Senza sciuparla, affondai il viso nel tessuto: potevo ancora sentire il profumo di agrumi e di pulito. Il profumo di Christian. Mi sdraiai sul letto, mi infilai la camiciae puntai gli occhi al soffitto. Avevo passatogli ultimi otto mesi così, con gli occhi aperti a fissare una parete bianca. Trentadue settimane ad ascoltare il silenzio assordante della mia vita. Mi mancavano la sua risata, le sue battutine, mi mancava farmi sorprendere da quel piccolo nomignolo che mi aveva affibbiato“.

IMG_1081Mister Copertina, che avevamo già amato in “So che ci sei”, ne “Il mio lieto fine sei tu” ci renderà sue ancelle fedeli secola seculorum, con la sua gelosia, rabbia e con il suo amore. Un uomo di poche parole, che quando apre quella deliziosa bocca da baciare sa sempre cosa dire e quando dirla, sa fronteggiare i battibecchi con la sua uragano per renderceli emozionanti, siano essi esilaranti o toccanti. E’ l’uomo dei sogni, per via di quel sorriso illegale, del fisico mozzafiato, dello stile da rivista da patinata e dei gesti da mille e una notte. E’ più di Mr Darcy, David Gandy e Superman messi assieme. Se si potesse comprare, anche al grammo, le file chilometriche agli store Apple diventerebbero microscopiche illazioni.

Non è un film, un colore o una scuola a definirmi. Sei tu – mormorò con la fronte contro la mia, guardandomi intensamente e a lungo – Tu sei la storia del mio libro. Quel sussurrò mi squarciò il cuore…Sono una storia piena di note a margine, Kelly…Insieme siamo un bestseller, uragano

Un bestseller davvero, questo romanzo, da batticuore più del primo. Una poesia melodica dalla prima all’ultima pagina. Un cast d’eccezione: Christian James Kelly un nomen omen; Gioia Alessia Caputi una donna con gli attributi; Bea, l’eco che rimbalza oltre mare, l’ipse dixit da vangelo; Marco, il life coach romantico. Adelina la madre di Austiniana gens; Chantal la “Stronzàl” della situazione, Matteo Perri il frontman dei Sounds che non si arrende. Andrea, l’amica bohemien. Una storia, unica, irripetibile, irrinunciabile. Un libro che non abbandonerete tanto facilmente, che rileggerete perché immediatamente ne sentirete la mancanza. Una vicenda di cui non ne avrete mai abbastanza.

Ringrazio Piemme Editori e Cetta Leonardi per avermi dato la gioia di leggerlo in anteprima.

E ovviamente te, Elisa Gioia per averci regalato un sorriso illegale e un uragano. La nostra vita non è più la stessa da quando li abbiamo conosciuti. Thank you so much.

Marianna

13244872_278503879151039_7692919659396933458_n

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *