locandinapg2Esce oggi, 30 giugno, nelle sale cinematografiche Cattivi vicini 2. Il sequel vedrà i due protagonisti Mac e Kelly affondare in un problema simile al precedente. Mentre tentano di vendere la propria casa, con una bambina piccola e un altro pargolo nel pancione, vengono a sapere del trasferimento che riguarda la casa accanto alla loro. Non sanno ancora nulla dei nuovi vicini che sperano di poter godere ancora per poco, ma quando si recano all’abitazione per presentarsi con i nuovi proprietari della casa, trovano quel che speravano di non vedere più. Una sorellanza si è trasferita proprio in quella casa. All’inizio sono tutti molto preoccupati ma si tenta di minimizzare il problema, perché le sorellanze non dovrebbero far baccano, o far uso di droghe o organizzare una festa a sera. Ebbene, la sfortuna chiama altra sfortuna! La sorellanza in questione lotta per abbattere gli stereotipi che dipingono le ragazze delle sorellanze educate, composte ed eleganti. Mac e Kelly tenteranno di vivere nel loro nido d’amore in tranquillità ma la presenza di questeragazze inizia a farsi molesta. Ed è così che decidono di giocarsi l’asso. Occhio per occhio, confraternita per sorellanza! Zac Efron non poteva mancare per il seguito del film! E sarà proprio lui ad intervenire per tentare di riparare il problema che sta disturbando la vita della modesta famigliola. Le ragazze però si riveleranno più complicate persino di una cronfraternita, della stessa che già alla coppia aveva dato gatta da pelare. Se le giocheranno tutte affinché si possa trovare la condizione ideale di vita e tranquillità, dunque per vendere senza alcun problema la loro dimora. Basterà l’intervento di Teddy a placare gli animi di questo folto gruppo di teenagers esuberanti, audaci e folli? E riusciranno Mac e Kelly a trovare la loro pace tanto agognata?
Per scoprirlo dovrete andare al cinema a guardare il film! Oppure attendere che esca in dvd o nelle piattaforme a pagamento. Intanto eccovi il link del Trailer!

Cattivi vicini 2 da stasera al cinema!
Alessia Di Maria

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *