Vogliamo partecipare a qualche concorso con i nostri cani ma non ci accontentiamo di poco? Vogliamo puntare al meglio del meglio? Bene, puntiamo al massimo.

I concorsi canini, precisiamo, nella maggior parte dei casi, soprattutto se hanno valenze ufficiali, sono aperti solo ai cani con il pedigree. Ciò per valorizzare la selezione e il mantenimento in vita della razza, rispettando le caratteristiche fisiche, salutari e comportamentali. Questo non vi impedirà di partecipare a dei concorsi, ma ad arrivare al top, sì.

Le gare Europee, tra le gare più prestigiose, sono forse quelle più alla portata di tutti. Perché non serve andare chissà dove per gareggiare, ma ogni anno si spostano da città a città europea e noi possiamo aspettare che capiti un luogo più vicino possibile. C’è l’expo europea, ma anche le gare di sport e lavoro. In questo caso, però, sono distinte. L’ente di riferimento, mentre in italia è l’ENCI, fuori dal nostro paese è l’FCI.

Dopo le europee c’è senza dubbio la mondiale. Vincere una mondiale che sia di expo o di lavoro o ancora di sport è una conquista che si può narrare a generazioni e generazioni. Se alle europee partecipano tantissimi cani, alle mondiali si fatica a contarli! E anche in questo caso esiste la mondiale di expo, la mondiale di lavoro e quella di sport.

Il più ambito però è forse il Crufts!

Un concorso che si svolge in Inghilterra e comprende al suo interno esposizioni, gare di sport e di lavoro. Cosa rende particolarmente ambita la competizione? Per accedervi non basta spendere un bel po’ di soldini, tra il viaggio e l’iscrizione. Serve essere selezionati! Non dipende da voi e il vostro cane, insomma. O almeno nella misura in cui potete impegnarvi a raggiungere l’obiettivo. Come essere selezionati? Vincendo altre competizioni o il campionato internazionale!

Questi sono dei piccoli sogni per chi fa sport con i propri cani o per chi lavora con loro, chi li alleva e fa selezione. Ma si può sempre restare attivi cercando gare regionali, nazionali o persino internazionali nel territorio italiano. Esistono e sono anche molto importanti. Non saranno il Crufts, ma per raggiungere il meglio, bisogna sempre fare strada.

Alessia Di Maria

 

  • 2
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    2
    Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *