Ci sono tantissimi libri ambientati a New York, ma oggi voglio consigliarvene tre che nello specifico si sono svolti a Manhattan.

Il primo romanzo di cui vi voglio parlare  è stato scritto da Tinsley Mortimer:

Sognando Park Avenue 

Titolo: Sognando Park Aveneur
Autrice: Tinsley Mortimer 
Data di pubblicazione: 17 luglio 2014
Casa editrice: TEA.
Store d’acquisto:
Amazon

Trama:

Minty Davenport è la tipica brava ragazza del Sud. Ma la vita di provincia le è sempre stata stretta e, fin da piccola, ha sognato di vivere nella sfavillante New York. E, ora che il suo ragazzo le ha chiesto una maledetta “pausa di riflessione”, lei ha deciso: è giunto il momento di provare a realizzare quel sogno.

Non appena si trasferisce nella Grande Mela, la sua vita diventa come l’ha sempre desiderata: frenetica e caotica e conquista persino il cuore di Tripp du Pont, lo scapolo più conteso della città…

 

Consiglio di leggerlo perché: 

  • In questo libro la protagonista ha la capacità di mettere se stessa al primo posto e anche se le relazioni amorose non vanno un granché bene ci ricorda che le soddisfazioni personali sono quelle che contano più di tutto. 
  • Per gli amanti della moda sarà un piacere leggere queste pagine, la moda infatti è un elemento decisamente importante e presente per la trama e per la protagonista.
  • Le emozioni sono maggiormente racchiuse nella soddisfazione verso se stessi, ed è qualcosa che merita di essere letto.

Sono sempre io.

Titolo: Sono sempre io.
Autrice: Jojo Moyes
Data di pubblicazione: Gennaio 2018
Casa editrice: Mondadori
Store d’acquisto:
Amazon.

Trama:

Lou Clark sa tante cose… Ora che si è trasferita a New York e lavora per una coppia ricchissima e molto esigente che vive in un palazzo da favola nell’Upper East Side, sa quanti chilometri di distanza la separano da Sam, il suo amore rimasto a Londra. Sa che Leonard Gopnik, il suo datore di lavoro, è una brava persona e che la sua giovane e bella moglie Agnes gli nasconde un segreto. Come assistente di Agnes, sa che deve assecondare i suoi capricci e i suoi umori alterni e trarre il massimo da ogni istante di questa esperienza che per lei è una vera e propria avventura.

L’ambiente privilegiato che si ritrova a frequentare è infatti lontanissimo dal suo mondo e da ciò che ha conosciuto finora. Quello che però Lou non sa è che sta per incontrare un uomo che metterà a soqquadro le sue poche certezze. Perché Josh le ricorda in modo impressionante una persona per lei fondamentale, come un richiamo irresistibile dal passato… Non sa cosa fare, ma sa perfettamente che qualsiasi cosa decida cambierà per sempre la sua vita. E che per lei è arrivato il momento di scoprire chi è davvero Louisa Clark.

Consiglio di leggerlo perché: 

  • Anche se molti dicono il contrario, io credo che questo terzo volume, a patto che sia l’ultimo, sia necessario per chiudere il cerchio. 
  • Parla di una ragazza che ha sofferto, che ha conosciuto il dolore e la perdita, che si è sentita impotente davanti a qualcosa più grande di lei e adesso vuole una svolta.  
  • Tra le pagine troviamo ancora la “colorata” famiglia Clark. La madre con le sue idee femministe, il padre con le sue battute di spirito, il nonno che – non vi dico come – rappresenterà uno dei tanti spunti di riflessione. Perché Jojo Moyes è maestra in questo: ciascuno dei tre libri ci pone, inesorabilmente, davanti a importanti punti di riflessione. L’amore, i valori, la famiglia, la perdita di una persona cara, temi scottanti come è stato quello della morte assistita nel primo volume.  L’introspezione, la ricerca di se stessi. 

 

Tutta colpa dei soci@al

Titolo: Tutta colpa dei soci@al
Autrice: Cinzia La Commare
Data di pubblicazione:  7 giugno 2017 
Casa editrice: Self.
Store d’acquisto:
Amazon.

Trama:

I social network sono ingannevoli, Ellie l’ha sempre pensata così e ha sempre ritenuto che non ci si possa fidare dei profili che li popolano. Per questo non aveva mai accettato nessuna delle richieste d’amicizia maschili che arrivavano a centinaia ogni settimana. Eppure lei sui social aveva basato il suo lavoro, dando vita al Pink Line: uno dei siti internet più seguiti di New York. Lavoro che, tra passerelle, concerti, articoli da redigere e una redazione da coordinare, la assorbe completamente. Non ha tempo per l’amore, e al contrario della sua schiera d’amiche non è mai stata un’inguaribile romantica. Per questo, due anni prima aveva lasciato Daniel, ma aveva commesso l’errore di farlo tramite facebook e da quel momento, a detta sua, i social le si erano rivoltati contro causandole un’infinità di improbabili problemi. Uno di questi era Dave Mitchell, musicista dal profilo social di dubbia veridicità e assolutamente intestardito a voler chattare con lei a tutti i costi. Un irriducibile capace di tenerle testa in un modo che la indispone, ma che, al tempo stesso, non le permette di trattenersi dal ribattere volta dopo volta.

Dave, d’altro canto, ostinato lo era da sempre; la perseveranza con cui inseguiva la musica ne era un chiaro esempio. Era finito ad avere un account facebook quasi per caso, e nello stesso modo era incappato nel profilo di Ellie, così come era successo con tutte le altre donne prima di lei. Solo che Ellie era diversa dalle altre, oppure fingeva di esserlo. Convinto di questo, Dave aveva fatto una scommessa e intendeva vincerla.

E se il destino si rivelasse più abile di un giocatore d’azzardo?

Consiglio di leggerlo perché: 

  • Questo romanzo è ricco di humor. I personaggi non sono i soliti che siamo abituati a leggere, ma hanno qualcosa in più in molti campi. Tenersi compagnia con loro è un vero spasso.  Ironico e frizzante al punto giusto!
  • Sebbene non sia stucchevole, dato il genere, appare per alcuni versi molto romantico o quanto meno riflessivo. Le situazioni espresse rispecchiano la realtà, più di quanto possa farlo un romanzo rosa ricco di dettagli improbabili. E’ una storia che si può definire reale, che può davvero permetterci di immedesimarci nella situazione.
  • I protagonisti riescono a farsi amare. Con i loro eccessi, con i loro drammi, con le loro convinzioni e folli idee. E’ impossibile non affezionarsi a loro.

Linda.

  • 3
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    3
    Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *