Il creme caramel è in assoluto

il mio dessert preferito, vado matta per altri dolci , ma

per questo sacrificherei qualsiasi cosa, purchè sia fatto bene…

… sono esigente, si sa!!!

Solo in fatto di dolci, ma è pur sempre un inizio… c’è chi potrebbe dissentire di questa mia affermazione, sostenendo che sono esigente sempre e comunque, ma questo è un altro discorso…

La ricetta che vi propongo è una mia rivisitazione, un mix fra quella del maestro Maurizio Santin e di un altro grande pasticcere, Luca Montersino; sono anni che la preparo, cercando ogni volta di migliorare.

Questo dessert è un passepartout, va bene sempre… sia per occasioni fra amici, che per cene più formali ed anche per i buffet; tra l’altro è ottimo anche da preparare per le prossime festività natalizie, perchè potete prepararlo in precedenza.

Ecco la ricetta:

Ingredienti:

450 ml di latte
50 ml di panna liquida
180 g di zucchero semolato
5 uova
1 bacca di vaniglia

Per il caramello:

90 g di zucchero semolato
40 g di acqua

Procedimento:

Iniziare mettendo a bollire latte e panna con metà zucchero e la bacca di vaniglia, incisa per la lunghezza a cui avrete grattato i semini interni all’interno dei liquidi; portare a bollore, poi lasciare intiepidire.

Nel frattempo preparare il caramello versando in un pentolino a fuoco basso nell’ordine acqua e zucchero al centro per evitare che poi  si bruci; non mescolare e lasciare sul fuoco fino a quando otterrete un bel colore ambrato.

Versare sul fondo dello stampo e iniziare a preparare la crema.

Filtrare la miscela di latte ormai tiepido sulle uova leggermente sbattute e mescolare, evitando che si formino bollicine; nell’eventualità eliminarle con un cucchiaio.

Versare la crema sopra il caramello e mettere in forno a bagnomaria (acqua fino a 2/3 del bordo) con temperatura a 140° C. e cuocere per circa 40 minuti; nel caso vogliate fare delle monoporzioni, riducete il tempo di cottura a circa 15 minuti.

Tra lo stampo e la teglia con l’acqua per il bagnomaria, mettere un foglio di carta da cucina: in questo modo si prevengono le bolle di acqua che potrebbero danneggiare esteticamente il dolce.

Togliere dal forno ed attendere che si raffreddi prima di sformarlo, nel caso troviate difficoltosa questa operazione, aiutatevi con un coltellino, incidendo lateralmente.

Non ho potuto mostrarvi il mio creme caramel tolto dallo stampo, perchè mi piace mangiarlo ancora caldo, e non ho resistito ad affondare il cucchiaio per assaggiare quel sapore inconfondibile!!!

Pardon ;-P

A presto,

Valentina Pacini

  • 5
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    5
    Shares

One Comment on “Creme Caramel”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *