Sangue, piastrine, midollo, se abbiamo voglia di donare, la scelta sul “cosa” non è vasta ma permette a chiunque di rendersi utile. Il midollo potranno donarlo forse le persone più coraggiose, allo stesso modo le piastrine. Non è da tutti stare tre quarti d’ora distesi con l’ago in vena! Ma se ci fosse qualcos’altro da donare?

Doniamo i capelli! Sembra qualcosa di macabro e spaventoso. Molte ragazze forse preferirebbero farsi asportare un rene o un pezzo di fegato pur di non tagliare la loro folta chioma. Ma quante donne decidono di darci un taglio e di passare dal capello lunghissimo ad un look sfrizzante con un’acconciatura che non raggiunge neppure le spalle? Tante. Non stiamo qui a fare numeri, a cercare percentuali, ma se non a tutte, capita a molte donne di fare dei cambiamenti estremi al proprio look. Sarebbe un peccato, quindi, rendere vano questo sacrificio!

Doniamo i capelli! A chi?

Ai pazienti oncologici che, insieme alle forze e purtroppo alle speranze si vedono portata via anche l’immagine di sè. Che equiparata alla vita, alla sopravvivenza, sembra una sciocchezza ma certe sicurezze personali sono spesso il motore della nostra forza. Purtroppo, però, le parrucche costano molto. Perché non parliamo di quelle che indossiamo per Carnevale ma di qualcosa che si mimetizzi, sembrando vera, che ci dia davvero una sicurezza personale davanti allo specchio e non un’elemento in più di debolezza.

Così l’associazione Un Angelo per Capello, attraverso donazioni monetarie e di capelli, fornisce delle parrucche a chi ne ha bisogno. Tutto questo gratuitamente! Che ruolo abbiamo noi? Molto semplice. Se dovesse capitarvi di fare l’estremo gesto, pensateci. A voi non costerebbe nulla ma a una donna, da qualche parte, potrebbe cambiare le sue giornate. Nella visione di una vita tanto travagliata, anche una giornata migliore è un dono incredibile. Se poi può aiutarle giorno dopo giorno ad acquisire sicurezza, abbiamo fatto una gran bella cosa! Forse avere dei capelli in testa non cancellerà la malattia ma è un piccolo strumento in più per combattere lo sconforto.

Come fare? Non è difficile!

  1. Avere dei capelli che, seppur trattati, abbiano un colore uniforme.
  2. Avere la possibilità di tagliare non meno di 25 cm di capelli!
  3. Lavarsi i capelli per bene
  4. Asciugarli con altrettanta cura
  5. Raccoglierli in una treccia, legata da capo a coda.
  6. Effettuare il taglio!

I capelli, una volta legati o raccolti in una treccia, vanno inviati in una classica busta “gialla” da spedizione, al seguente indirizzo:

Associazione “Un Angelo per Capello”
C.da Montefreddo, 2 70029 Santeramo in Colle – BA

Puoi spedire la tua donazione attraverso:
i normali servizi postali, corrieri espressi o servizi di spedizione (Raccomandate, Raccomandate A/R, etc.) che assicurano l’arrivo della spedizione.
Indica il tuo nominativo quale Mittente, che ci permetta di controllare l’esito della spedizione.
L’associazione accetta anche
donazioni anonime!

Volete più informazioni? Visitate il sito. Ci sarenno le risposte a tutte le vostre domande.

Allora… diamo un taglio?

Alessia Di Maria

 

  • 2
  •  
  •  
  •  
  •  
    2
    Shares
  • 2
    Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *