Insomma, l’addio al nubilato è il PRE-MATRIMONIO. Ci sono spose a cui farlo non interessa per nulla, altre che lo aspettano e riservano nelle proprie amiche tanta fiducia.

addio_nubilato-0010_oggetto_editoriale_720x600

Voi come avete passato il vostro addio al nubilato? Perchè non me lo raccontate nei commenti qui sotto?

Ci sono delle regole fondamentali per una buona riuscita!

Prima di tutto, la protagonista è LA SPOSA non voi care amiche egocentriche che pensate che la serata debba girare attorno a voi .

-Quindi in primis cercate di rispettare i gusti e le richieste della sposa. Sicuramente chi prende in mano le redini dell’addio al nubilato è la testimone o comunque un’amica della sposa che conosce i suoi gusti e sa come accontentarla.

Decidete insieme a lei, se invitare tutte le donne presenti alle nozze oppure solo una cerchia ristretta di amiche.

Non cadete nel volgare con scherzetti e scherzettini che potrebbero mettere in difficoltà e in imbarazzo la sposa. E’ un addio al nubilato, non la “sagra della salsiccia!”-

-Scegliete un intimo sexy per la prima notte di nozze, non l’intimo che verrà indossato il giorno del matrimonio, quello lasciatelo scegliere alla sposa insieme all’atelier che saprà cosa consigliarle in base al vestito scelto.

Detto questo create un gruppo WHATSAPP con tutte le prescelte e insieme decidete il da farsi, certo più siete più sarà difficile mettere d’accordo molte teste. Quando si presentano problemi focalizzate l’obiettivo SULLA SPOSA, non smetterò mai di ripeterlo.

Non è detto che per una buona riuscita bisogna per forza eccedere. Anche un aperitivo, una cena e un semplice dopo cena non è da sottovalutare, basta scegliere le giuste location.
Se il matrimonio è in piena estate, e la sposa gradisce, perché non una giornata in piscina e a seguire cena e dopo cena?

Spremete le meningi amiche, il PRE-MATRIMONIO è nelle vostre mani, non vorrete che la vostra amica abbia un brutto ricordo di una serata unica come quella dell’addio al nubilato vero?

Vi abbraccio, Valentina Caddeo.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *