cemetery-1210596_1920Correva l’anno 1943 quando la voce di Sandro Pertini riecheggiava col suo monito altisonante “Arrendersi o perire“! Era il culmine di una guerra che aveva impoverito gli animi e la speranza; l’apice di un dolore che aveva versato tutte le lacrime, fino all’ultima goccia. La storia la scrivono i potenti, ma le battaglie le fanno gli uomini.

Erano uomini, con le mani avvinghiate ai fucili, tremando per paura di morire, talvolta per paura di uccidere.

Erano uomini, quegli occhi che non riuscivano mai a chiudersi neppure un istante, perché in quell’istante si sarebbe consumata una guerra intera; quei cuori perduti, le gocce di sudore che scorrevano su un corpo ormai insensibile.

Erano uomini, incastrati nelle loro divise fiere, davanti alle urla degli uomini, nati dalla parte sbagliata del mondo.

Erano uomini, con la possibilità di scegliere da che parte stare, con la possibilità di combattere la propria guerra, di lottare per il proprio essere uomo o luogo.

Erano uomini, divisi tra le razze dell’animo, non della pelle. Tra quelli che sceglievano l’amore e quelli che sceglievano l’odio.

Erano uomini che con i loro colori diversi tappezzavano le campagne, i campi di battaglia, i campi di sterminio.

Erano uomini, pezzi di carne e ossa, nati dalla stessa terra che li ha riaccolti. Così inspiegabilmente diversi, così tristemente uguali.

Erano uomini quelli che avevano paura, quelli che si puntavano i fucili contro, quelli che tiravano bombe e quelli che tiravano idee. Morivano con le parole in bocca, mentre qualcuno correva a raccoglierle per portarle con sè, perché ci sarebbe stato sempre un cuore smarrito da recuperare, un solido muro da distruggere pian piano.

Erano uomini ieri, sono uomini oggi, legati ad una debole differenza, che fa di noi bestie, mentre gli uomini stanno seppelliti altrove, dispersi tra i corpi, sotto strati di storia, di sangue e di lacrime.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *