Gatti neri che portano sfortuna, affetto che pare mancare in tutti gli esemplari di questa specie animale: di voci, sui gatti, ne girano parecchie. Siamo qui per smentirle tutte… o quasi!

Di falsi miti sui gatti ce ne sono infiniti. I gatti sono senza dubbio gli animali più presenti nelle superstizioni e nelle dicerie tanto da essere spesso superati dai cani in termini di preferenze. Ogni animale ha le sue caratteristiche tipiche, e questo è vero, ma alcune, spesso sono del tutto infondate. Guardiamole una per una!

Tra i falsi miti sui gatti più diffusi c’è quella del “i gatti non sono sensibili, sono solo menefreghisti”.

falsi miti sui gattiFalso. Chiunque abbia un gatto può testimoniare! Tra i falsi miti sui gatti questo è il più duro da sfatare. In tanti continuano a crederci! Spesso il modo di dimostrare affetto, per un gatto, è semplicemente diverso rispetto al cane! Le loro dimostrazioni sono più sottili, pacate, e a differenza di quanto si possa pensare i gatti hanno proprio bisogno di socializzare con i componenti della famiglia. Pensate, è capitato a donne incinta con qualche fastidio di stomato, di vedere il proprio gatto adagiarsi delicatamente sulla loro pancia e iniziare a fare le fusa. Risultato? Le donne non accusavano più il fastidio di prima! Non è una sciocchezza e ve lo spiego nel prossimo falso mito.

I gatti fanno le fusa quando li coccoli

Vero, certo, ma non soltanto! Pare che la mamma gatta faccia le fusa anche quando i gattini sono ancora ciechi, per indirizzarli verso di lei. Inoltre i gatti sono stati osservati a fare le fusa in un momento di malessere. Insomma, le fusa come auto-cura. Funziona? Pare di sì!

Tra i falsi miti sui gatti c’è sicuramente quello che lo vede lontano il più possibile dalla donna incinta!

falsi miti sui gattiI falsi miti sui gatti toccano anche le donne incinte! Quanti di voi sono sobbalzati sulla sedia quando hanno letto del gatto che con le fusa ha “curato”la donna incinta? State tranquilli! Donne in gravidanza e mici non sono incompatibili. Serve solo avere dei piccoli accorgimenti! Il problema dei gatti per la gravidanza è la toxoplasmosi, trasmissibile attraverso la loro urina e le feci. Non entrate quindi in contatto con la loro pipì! Ma in ogni caso è improbabile che il vostro gatto possa trasmettervela. Dovrebbe mangiare carne cruda (anche di animaletti che caccia in giardino se ne avete uno) che contenga il parassita. Inoltre ne segue un processo di emissione di cisti, che dura un paio di settimane nell’arco dell’intera vita del gatto, e far entrare in contatto gli escrementi del gatto (esposti all’aria aperta per 24 ore) con le mucose o con la bocca della donna invinta. Comunque, prima di credere alle dicerie, parlatene con il vostro ginecologo o al vostra ginecologa!

I gatti hanno bisogno di latte

Falso! Gli piace, certo. Ma quella si chiama gola! Bisogno? No. Hanno bisogno del latte della mamma da cuccioli, fino allo svezzamento. Poi vivono anche senza!

I gatti odiano l’acqua

Tra i falsi miti sui gatti quello dell’acqua è forse il più famoso. Beh, sì, tendenzialmente non la adorano, ma ci sono tantissimi gatti che invece la adorano! Provate a farli abituare sin da piccoli. Chissà magari otterrete degli ottimi risultati a lungo andare!

 

  • 7
  •  
  •  
  •  
  •  
    7
    Shares
  • 7
    Shares

One Comment on “Falsi miti sui gatti: cinque dicerie da smentire!”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *