La natura ci offre degli spettacoli incredibili. Dal mare alla montagna, dalla collina alla pianura, ogni scenario naturale ha le sue caratteristiche che fanno di ogni luogo una bellezza da visitare. Ma non tutta la terra è fatta per noi, esseri umani. Spesso la natura ci ricorda che siamo solo ospiti in un pianeta dove lei regna sovrana.

I luoghi più pericolosi al mondo sono sparsi per tutto il globo. Ci sarà capitato di vedere in tv o al cinema film di azione e avventura dove i protagonisti sfidano giganti cascate, monti altissimi e mari in tempesta. Ma non è niente a confronto dei pericoli che ci riserva il mondo.

Per il tour dei luoghi più pericolosi al mondo partiamo dalla Bolivia

La Via degli Youngas è conosciuta anche come il Camino de la Muerte. Nome confortante, non è così? Ebbene, si tratta di una strada che cede il passo alla natura. Segue le curve della montagna sulla quale è costruita componendo una via pericolosissima piena di tornanti e curve cieche. Priva di parapetti e protezioni, questa strada contava dai 200 ai 300 morti all’anno. Le cause erano generalmente l’uscita di strada o il cedimento del terreno. Il suo dislivello totale è di tremila metri di altezza ed è il luogo dell’incidente stradale più drammatico della Bolivia: più di cento morti di una volta soltanto. Adesso è stata costruita un’altra strada, più sicura, ma ancora oggi il Camino de la Muerte è meta di tanti turisti, soprattutto cicloturisti.

Proseguendo il tour arriviamo in Francia, nel comune di Engins.

Tra i luoghi più pericolosi al mondo impossibile non citare la “grotta della morte“. Si tratta della Grotta Berger. Una tra le grotte più profonde al mondo. Siamo a circa 1120 metri di profondità e anche qui tantissimi esploratori perdono ogni anno la vita? Il motivo? Oltre a non essere un luogo decisamente sicuro per la sua conformazione fisica e la sua profondità, basta un temporale o una pioggia improvvisa a spazzare via ogni creatura vivente si trovi lì dentro. Cosa non si farebbe per scoprire il bellissimo lago nascosto in gondo alla Gouffre Berger?

Per scoprire i luoghi più pericolosi al mondo adesso arriviamo in Giappone.

Luoghi più pericolosi al mondoCi troviamo ad Aokigahara, una foresta  conosciuta anche come Jukai, letteramente “mare di alberi”. Perché mai una foresta densa di vegetazione dovrebbe essere tra i luoghi più pericolosi al mondo? Pare abbia una configurazione labirintica, capace di far perdere soprattutto gli inesperti. Chi si perde nella foresta di Aokigahara ha poche possibilità di trovare la strada di casa e soprattutto di sfuggire ai tanti pericoli che la foresta nasconde. Spesso, però, molti si addentrano in questo “mare di alberi” volontariamente. La foresta è infatti conosciuta come “la foresta dei suicidi”. Ogni anno si trovano in media una trentina di cadaveri. Uomini e donne vi si avventurano proprio in cerca della morte. Sono stati affissi, infatti, numerosi cartelli che cercano di convincere le persone a farsi aiutare da specialisti e non arrivare all’estrema decisione.

Per concludere, facciamo visita all’isola più isolata del mondo.

L’Isola di Queimada Grande, in Brasile, non è accessibile a turisti e civili. Si tratta di un’isola ricca di serpenti velenosissimi, i più pericolosi al mondo. Non a caso viene chiamata “l’isola de serpenti”. Ne possiamo trovare dai 2000 ai 4000, tutti velenosissimi. Non a caso, sull’isola, sono presenti solamente rettili, insetti e uccelli. Nessun mammifero vive lì!

Il nostro, questa volta, non è un invito ad andare, ma al massimo, a guardare questi luoghi affascinanti in foto e farsene una ragione: il mondo non è su misura d’uomo!

  • 12
  •  
  •  
  •  
  •  
    12
    Shares
  • 12
    Shares

4 Comments on “I luoghi più pericolosi al mondo”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *