Salsina di peperoni rossi e nocciole: una ricetta

tratta da un ricettario per chi ha poco tempo,

che può essere utilizzata anche per l’aperitivo del

pranzo pasquale.

“Questa ricetta è ispirata a una delle salse mediorientali che preferisco, la muhammara, che viene preparata con i peperoni rossi arrostiti, le noci e lo sciroppo di melagrana. Questa versione veloce, con le nocciole e l’aceto di vino rosso, è però altrettanto buona. Mi piace servirla con la pita o un altro tipo di pane, ma è ottima anche con le braciole di maiale, con le salsicce o anche con l’agnello.” (cit. Jules Clancy)
Ingredienti (per 4 persone):
250 gr di peperoni rossi arrostiti
1 spicchio d’aglio
200 gr di nocciole tostate
1 cucchiaio di aceto di vino rosso
2 cucchiaini di paprika affumicata
Sale q.b.
Olio Evo q.b.
Procedimento:
Frullate grossolanamente tutti gli ingredienti insieme, poi aggiungete qualche cucchiaio di olio Evo e continuate a frullare fino a quando tutti gli ingredienti si saranno bene amalgamati.
Assaggiate ed se necessità aggiustate di sale.
Variazioni:
  • Con altri tipi di frutta secca: sostituite le nocciole con le mandorle tostate, le noci, le noci pecan o gli anacardi.
  • Non trovate la paprika affumicata? Sostituitela con quella normale, oppure eliminatela del tutto.
  • Senza frutta secca: sostituite le nocciole con il pane.
  • Peperoni arrostiti da voi: potete tranquillamente arrostirli voi stessi e poi rimuovere la buccia. Passate i peperoni in forno ad arrostire per 25/30 minuti, poi trasferiteli dentro un sacchetto (va benissimo anche quello della spesa) finche non si saranno initepiditi. in questo modo riuscirete ad eliminare facilmente tutta la pelle.
  • Budget: sostituite una parte delle nocciole (o tutte) con dei pezzi di pita o con del pane spezzettato grossolanamente (possibilmente a lievitazione naturale).

Alla prossima settimana e… buona Pasqua!!!

Lory & Valina

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

One Comment on “In cucina con Newton Compton: Salsina di peperoni rossi e nocciole”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *