La Maple Agency nasce in un pomeriggio di fine estate, il concept è quello di un’agenzia aperta a tutti, in particolare agli esordienti. Con la quale potersi interfacciare in modo chiaro e diretto per la semplificazione del percorso editoriale, che a volte può essere, o sembrare, molto complicato, usufruendo dell’esperienza del team di professionisti che animano l’agenzia. 

Una nuova realtà che vogliamo presentarvi attraverso le nostre curiosità che hanno trovato risposta grazie ad Alessandra Caligaris, Marzia Patti, Paola Di Martino e Tea Pecunia. Il team tutto al femminile dell’agenzia letteraria Maple Agency.

Da dove nasce il nome così particolare della vostra agenzia?

Il nome è stato inventato da Alessandra, nonché fondatrice della Maple Agency, giornalista e con un’esperienza di quasi 20 anni nell’organizzazione di eventi. Il nome “Maple” deriva dall’unione delle iniziali dei nostri nomi, nonché dal significato dell’oroscopo celtico che vuole dire “indipendenza della mente”

Maple Agency è un’agenzia interamente rosa ed è risaputo che il rapporto tra donne è un po’ “croce e delizia”. Com’è per voi lavorare in un ambiente tutto femminile?

Per noi della Maple Agency lavorare in un team tutto al femminile è stato sempre un punto di forza. Siamo donne forti, determinate, intraprendenti e piene di idee che da subito si sono trovate accomunate dalle stesse passioni e da quel pizzico di follia che ci contraddistingue! Il nostro rapporto è davvero unico e speciale.

Come spieghereste il lavoro di un agente letterario ad uno scrittore che è al primo approccio con questo mondo? Quali sono le qualità che si deve ricercare in questa figura?

L’agente letterario è una figura ancora piuttosto sconosciuta o per alcuni non è chiaro il suo ruolo. Il suo primo obiettivo è quello di rappresentare l’autore e il suo manoscritto presso le case editrici, accompagna e affianca l’autore a 360° in tutto il suo percorso, lo aiuta a migliorare il suo manoscritto per ottenere un maggior successo di pubblicazione e propone lui servizi al fine di ottenere una buona promozione e divulgazione della sua opera sia in prossimità dell’uscita del libro che dopo la sua avvenuta pubblicazione. Sicuramente le qualità da ricercare in un agente letterario sono la lealtà e la trasparenza.

Tra le diverse offerte proposte dalla Maple Agency figura l’assistenza alla traduzione di un romanzo per divulgarlo anche oltre i confini nazionali. Qual è l’iter che segue questo percorso?

Esattamente, ci avvaliamo della collaborazione di alcune traduttrici per far sì che l’autore possa avere la possibilità di pubblicare il proprio libro con case editrici estere. Verrà prima sottoposto a valutazione e, una volta tradotto, sarà proposto alle realtà editoriali estere.

Qualsiasi scrittore sogna di vedere il proprio libro sul catalogo di una casa editrice rinomata. Cosa c’è dietro questo passaggio?

Tutti gli scrittori sognano di arrivare alle grandi case editrici ma pochi di loro conoscono veramente quanto questo percorso sia faticoso ma al tempo stesso se è fatto bene ti gratifica molto. Prima di presentare un’opera alle case editrici noi ci assicuriamo che il testo valga la pena di essere proposto, qualora avesse bisogno di miglioramento e correzioni ci occupiamo di tutto questo con estrema attenzione e poi, dopo aver creato un pacchetto di presentazione completo dell’autore e del suo manoscritto, inviamo il tutto alle case editrici che abbiamo scelto. Non è facile, questo è chiaro. Ma ci teniamo a far sì che i nostri autori vengano scelti con cura e questo ci spinge a lavorare sempre al meglio.

Per maggiori informazioni e contatti, visita il sito MapleAgency.it 

Intervista a cura di Fabiola Criscuolo. 

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *