A volte nella vita ci si presentano occasioni impreviste che vediamo come possibilità positive per diventare quello che vogliamo essere da sempre, ma poi si rivelano essere l’opposto.

Magari in un pomeriggio come tanti, arriva qualcuno che ti tende una mano senza che tu lo abbia mai chiesto e ti porta davanti un nuovo mondo. Un mondo che ti piace.
Così inizi una nuova avventura con tutta la positività del caso… sei carica, decisa, determinata. 
Lo sei per mesi… sei davvero entusiasta e, con costanza e sacrificio, ti impegni a ripagare la persona che ti ha offerto l’opportunità. Per mesi pensi che quella è la cosa giusta. Che è quello che vuoi

Ma poi le cose cambiano, gli impegni iniziano a starti stretti. Le richieste iniziano ad essere troppe, più dai più ti viene richiesto. Nascono formalità che erano state omesse nel momento in cui ti dipingevano quella proposta con colori luminosi.
E tu inizi a perdere la voglia di fare, la voglia di abbassare la testa a tutto. Non sei più felice, sei costretta. 
Apri gli occhi e la puzza di bruciato che pensavi di aver sentito si materializza al tuo sguardo come un’immensa colonna di fumo nero. Quello che ti soffoca.
Allora lì devi avere il coraggio di dire NO!

Hai avuto il coraggio di accettare, di entrare in una nuova situazione e, con lo stesso coraggio, devi tirartene fuori.

Questa è la mia esperienza.  Il riassunto di una bella/brutta avventura che in realtà richiama le stesse sensazioni di molte altre scelte sbagliate che, all’inizio, ci sembravano giuste. Ognuno di noi può trovare in queste parole ciò che ha provato in situazioni che hanno scatenato lo stesso stato d’animo ma che possono essere molteplici. Diverse per ognuno di noi.

yes-1015483_960_720La soluzione è sempre la stessa: quando sentiamo che qualcosa non ci appartiene più, quando pensiamo che non ci fa stare bene come dovrebbe… dobbiamo dire NO! 

Dobbiamo liberarci dalle costrizioni che ci hanno imposto, o che ci siamo imposti, e dobbiamo farlo con tenacia. Perché la nostra volontà, quello che vogliamo essere, deve venire prima dell’imposizioni degli altri.
E se doveste ritrovarvi a pensare che ve ne verrà in tasca solo del tempo perso, ricordatevi che ogni esperienza positiva o negativa non è mai tempo perso!

Dobbiamo imparare l’arte di saper dire di no, di rifiutare. E’ difficile, non è da tutti. Per molte di noi è più facile dire di No a noi stesse invece che agli altri, e invece dovremmo fare il contrario.

Io ci sono riuscita, ho impiegato del tempo ma ce l’ho fatta. Puoi farlo anche TU!

Dunque adesso pensa a tutte le cose a cui avresti voluto dire di “No” e che invece continui a fare anche se ti fanno sentire inadeguata. Scrivile su un foglio se dovesse essere necessario, dopo rileggile e inizia a dire tutti quei No che, per non ferire gli altri, non hai pronunciato. Dopo starai meglio!

Cinzia La Commare

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *