Il rientro dalle vacanze non è traumatico solo per voi che dovrete tornare a svegliarvi presto, ad arrivare in orario a lavoro, ai ritmi serrati di prima, a mancare da casa tutto il giorno. Ne soffrono anche bambini e animali che non hanno impegni da mantenere al rientro dalle vacanze estive.

  Non entrate nel panico però, soprattutto chi il cane l’ha preso proprio in estate e adesso per la prima volta si ritrova a dover lasciarlo solo in casa delle ore.

Non è un problema! Si tratta di una situazione che ha bisogno di essere seguita, chiaramente. Perché spesso i cani sono estremamente abitudinari e, ebbene sì, viziati! Ma non iniziate a farvi venire scrupoli e paranoie solo perché il cane resta a casa da solo.

Non si tratta di maltrattamento né di essere una persona senza cuore. Chiaramente anche il cane ha bisogno di essere mantenuto, e come fareste a mantenere voi stessi e il vostro cane senza un lavoro?

Ovviamente se il vostro lavoro vi consente di portarlo con voi, fatelo. Però abituarlo a stare da solo è necessario perché l’esigenza di mancare da casa e di non poter portare il cane può capitare, anche da un momento all’altro. E trovarsi con un cane solo, a casa, per un tempo non determinabile, non essendo già abituato, è ancor più complicato! Allora come abituarlo?

Non vi illuderò dicendo “semplice!” perché semplice non è, quasi mai.

Prima regola: abituatelo a poco a poco

Vale a dire, non assentatevi da casa all’improvviso per tutto il giorno. Adottare un cane in estate è utile proprio per questo, perché avendo le ferie si ha la possibilità di gestire il tempo e questo non significa stare 24 ore su 24 con lui, anzi! Significa poter imporsi di mancare da casa mezz’oretta al giorno, poi un’oretta e così via. Che sia per comprare il pane o per farsi una passeggiata, fatelo senza di lui, ma ricordatevi anche di uscire con lui ogni tanto. Deve imparare a stare con voi ovunque ma anche a stare da solo a casa.

Seconda regola: non coccolatelo troppo.

Non esagerate con le coccole prima di uscire e al vostro rientro. Si sentirà legittimato a fare la vittima. I cani sono più intelligenti di quanto si possa pensare!

Seconda regola: prevenire è meglio che curare.

Ok, poniamo il caso che il cane si può abituare a poco a poco, ma considerate le prime volte e soprattutto considerate il fatto che i cani non sono degli angioletti. Vi dicevo che sono intelligenti, no? E sono anche vendicativi. Se li lasci tutto il giorno a casa probabilmente troveranno un modo per farvela pagare, quindi circoscrivete lo spazio nel quale starà da solo, incontrollato, per delle ore, così al vostro rientro il massimo che possa succedere sarà dover pulire il pavimento perché il cane ha pensato bene di fare i suoi bisognini proprio lì.

Ma non temete, i cani si abituano e voi potrete tornare alla vostra vita… o quasi!

  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    1
    Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *