Di solito pubblico delle recensioni a caldo. Giro l’ultima pagina e corro a scrivere… questa volta non l’ho fatto. Sono stata travolta da mille impegni e, alla fine, sono passate delle settimane da quando ho girato l’ultima pagina di “Sei solo mio”.

413QFSniw8L._SY346_In realtà, è come se quell’ultima pagina l’avessi letta qualche secondo fa. Il romanzo di Viviana Leo mi ha lasciato emozioni molto chiare e vivide ancora oggi. Io AMO le storie d’amore, quelle che ti arrovellano il cervello. Che ti tengono con il fiato sospeso; quelle desiderate, agognate. Quelle che arrivano e sono già prorompenti, ma per un motivo o per un altro, impossibili da vivere.
Adoro quelle storie che trasudano attrazione… quella che rende i protagonisti due calamite impossibili da tenere lontane. Quell’attrazione che ti fa andare oltre la ragionevolezza, oltre i pregiudizi e gli sbagli. Fatta di occhi che vivono riflessi in quelli dell’altro. Viviana Leo ha dato vita ad una storia fatta di tutto questo: alchimia, attrazione, desiderio, dubbi.
E’ riuscita a farmi tenere gli occhi incollati alle pagine. Ho impiegato delle settimane per scrivere la recensione, ma il romanzo l’ho divorato in pochissimo tempo. Perché? Perché dovevo sapere!

La scrittura è impeccabile, scorrevole e coinvolgente. Ottime doti descrittive ma senza troppi fronzoli. Una storia romantica e molto sentita.
Come sapete, io non do molti dettagli sugli eventi narrati. Odio gli spoiler, anche quelli appena accennati.  Posso dirvi che ho amato i protagonisti, anche quelli secondari. Ognuno ha un carattere ben definito, e trovo che il doppio punto di vista sia un valore aggiunto.

Complimenti all’autrice!

13244872_278503879151039_7692919659396933458_n

 

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *