Con Before termina il ciclo di “After” e non poteva di certo mancare la mia recesione in merito, un ultimo saluto ad Hardin e Tessa, almeno per quanto riguarda i libri.

C_2_fotogallery_3000450_0_image
Trama:

Hardin non si sarebbe mai aspettato che la sua vita potesse cambiare tanto, e anche se lo avesse saputo, in fondo, non gli sarebbe importato. Perché non gli è mai importato di nulla, neanche di se stesso… fino al giorno in cui ha incontrato lei, Tessa. Avrebbe dovuto essere solo un gioco, l’ennesimo. E per un po’ lo è stato. Poi però gli occhi grigi di Tessa hanno invaso i suoi sogni, le sue labbra lo hanno fatto impazzire. Allora ogni respiro, ogni pensiero ha cominciato a dipendere da lei. È iniziato tutto così. Due anime. Un destino. Un amore infinito. Che, fin dal principio, è stato un vortice, potente quanto distruttivo, capace di trascinare con sé all’inferno e ritorno chiunque trovasse sulla propria strada. Christian, Molly, Steph e non solo. E tra le pagine di “Before” sono proprio loro, per la prima volta, a raccontare, insieme a Hardin, tutto quello che c’è stato prima dell’incontro tra lui e Tessa e quello che è venuto dopo. Per vivere la storia di questo amore infinito con occhi nuovi e scoprirne tutti i retroscena. Perché “Before” è tutto il mondo di “After” che ancora non è stato raccontato. E molto, molto di più.

Recensione:

Se c’era una cosa che non mi aspettavo di vedere in Before, a differenza di quanto vi era su wattpad, era il punto di vista di altri personaggi, secondari, del romanzo.  Troviamo un “Prima” – “Durante” e “Dopo”, nel prima viene raccontato il punto di vista di Natalie, il modo in cui ha conosciuto Hardin e quello che lei aveva pensato in quel momento mi incuriosiva, ma ad essere onesta non mi interessava poi così tanto, così come Molly, Melissa e Steph.
Una volta superati questi capitoli inizia il “Prima” di Hardin, ed è qui che la storia si fa interessante. Per quanto possa sembrare noioso rileggere parti di storia che abbiamo già vissuto con Tessa, posso assicurarvi che non è così. I suoi pensieri sono nettamente diversi rispetto a quelli che aveva la ragazza e sebbene alcuni episodi siano, ovviamente, gli stessi sembra quasi di leggere una storia diversa. Ho sempre amato il carattere di Hardin, e con Before il mio “amore platonico” per tale personaggio è decisamente cresciuto. E’ contorto e contraddittorio…ma è semplicemente affascinante. Possiamo scoprire il modo in cui cercava di distaccarsi da lei, mentalmente, e di come fin dal primo momento non ci sia stata possibilità di scelta; era già cotto di lei. Tutto questo ed è già parte del “Durante”.

Si svegliò una notte, mesi dopo averla conosciuta. Si girò e la trovò accoccolata contro di lui, le gambe intrecciate alle sue. Non aveva mai trovato nullo di simile: il dolore si era molto attenuato, ma allo stesso tempo il cuore e la mente erano in fibrillazione; era la prima volta che gli succedeva […] Lei aprì gli occhi e lo cercò, e lui si sentì addosso un peso schiacciante.  Non poteva distruggere le sue illusioni rivelandole chi era davvero, ma era terrorizzato per il loro futuro, perchè da bambino aveva imparato che ogni bugia creata al buio diventa una terribile verità alla luce del sole.

Mi ero sempre chiesta i suoi pensieri in quei momenti, quei momenti in cui si trovava a nasconderle una verità importante. Li avevo immaginati, ma non avevo mai pensato che potessero essere così profondi. Hardin, ancora una volta, mi ha sorpresa facendomi capire che nella vita non bisogna mai fermarsi all’apparenza e che non si smette mai di conoscere bene una persona fino in fondo, anche se questa appare minacciasa e imperscrutabile.
Non credo che ci sia bisogno di elogiare o meno le doti descrittive di Anna Todd, se sono arrivata fino all’ultimo volume vuol dire che ho apprezzato il modo in cui estende i fatti, come racconta le azioni e le emozioni, anche con Before.
Si arriva poi alla terza e ultima parte del libro, il “Dopo”. Qui troviamo piccolo capitoli di Zed, Landon, Christian e Smith fino ad arrivare al capitolo degli Hessa, fino alla fine del libro.

Tessa appoggia la guancia sul cuscino e si addormenta, e io le scosto i capelli dal viso. E’ stata la mia calma, il mio fuoco, il mio respiro, il mio dolore, e anche con tutto quello che abbiamo passato valeva la pena di sopportare ogni secondo per conquistarci la vita che abbiamo ora. Ho trascinato Tessa e me stesso all’inferno e ritorno, ma eccoci qui nella nostra versione di paradiso.

Con questa frase termina Before, termina quello che sappiamo di Hardin, Tessa e tutti i personaggi presenti nel romanzo. Mi dispiacerà uscire dal mondo e della vita degli Hessa, ma sapevo che prima o poi sarebbe successo, almeno posso farlo con il sorriso e con la consapevolezza di aver letto una bella storia d’amore.

Linda.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *