81cNRdFuO9L

 

Trama:

Giulia e Manuel sono nati e cresciuti nello stesso quartiere, respirando la stessa aria e vivendo nelle stesse regole. Crescono correndo tra la polvere e il cemento, diventando l’uno l’estensione dell’altra fino a quando da adolescenti la loro amicizia diventa amore. Ma il destino implacabile si abbatte su di loro e i sospiri dell’adolescenza si trasformano in tormento. Spezzati dagli eventi si ritrovano dopo quindici anni bruciando tra le fiamme del passato che li ossessiona. Amore e dolore, tradimento e violenza sono gli ingredienti della loro vita.
Destinati a vivere insieme, condannati a separarsi, saranno vittime del loro amore disperato.

 

Recensione:

La trama del libro, Broken, sembrava interessante… a grandi linee la storia non è nemmeno male, forse un po’ troppo brutale per i miei gusti. Sembrava una storia iniziata con l’intenzione di diffondere un messaggio in una civiltà che si ritrova a dover affrontare ogni giorno questi temi così delicati… ma credo che l’obiettivo ( ammesso e concesso che fosse questo ) si sia perso un po’ per strada.
Broken, racconta della storia di Giulia e Manuel, i protagonisti del romanzo. Inizia con un prologo e dopo si torna indietro di ben quindici anni, quando i due ragazzi sono decisamente più piccoli e nel pieno della loro “conoscenza” se così possiamo chiamarla, dato che si conoscono da sempre.
Giulia è una ragazza giovane, frequenta ancora la scuola, e con l’età che possiede si trova immersa nelle solite paranoie che tutti abbiamo affrontato durante il periodo della nostra adolescenza. Trova però in Manuel un porto sicuro e si lega a lui in modo indissolubile. Tutto sembra andare bene fino a quando qualcosa non porta la storia ad un cambio radicale e da questo punto del romanzo… è tutto un capitolare di avvenimenti disastrosi. Forse eccessivi. Ho sempre amato l’angst, puro e distruttivo, ma devo purtroppo ammettere che in questo caso non mi ha suscitato più di tanto emozioni, probabilmente a causa del modo in cui è stato affrontato il tutto. Broken è un libro con una bella idea di fondo, affronta un argomento delicato, ma le parole non hanno reso giustizia all’idea. E qui forse divento ripetitiva.

Ed è proprio a questo che mi voglio collegare per mettere in evidenza quello che più mi è dispiaciuto di Borken: la grammatica. Ho trovato troppi errori di battitura o uso di termini non corretti in italiano. Anche la punteggiatura manca, non quanto virgole e punti, ma soprattutto i punti interrogativi quasi del tutto inesistenti. Ho fatto fatica, a volte, a distinguere una domanda da un’affermazione.

Qui mi fermo con la mia recensione su Broken.
Dedico a questo libro tre stelle premiando alcuni spunti che ho trovato interessanti e l’idea del romanzo. Premiando l’amore, i sentimenti e il sapersi rialzare anche quando il mondo precipita.

 

13240755_278503859151041_941671278220610440_n

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *