Buongiorno cari lettori, come procedono le vacanze di agosto? Anche oggi sono qui per parlavi di un nuovo romanzo. Sto parlando di Lettere fra l’erba di Clara Cerri!

indexTrama:

Isabella cerca di ricostruire il volto di una madre che non ha mai conosciuto dai ricordi degli amici di lei, dalle lettere di un’amica lontana, dallo stesso bisogno di amore e di bellezza che sente crescere dentro di sé. Lentamente si farà strada tra i rimorsi e i silenzi di suo padre e di tutti quelli che la circondano, attraverso momenti di rabbia e di sconforto, per trovare la sua verità su Ilaria, sua madre, e sulla storia d’amore che ne ha segnato la vita.
«Ha perso sua madre, persa e basta, come si perdono i palloncini, e non tutti perché volano in cielo.
Ha perso gli anni per vederla invecchiare e lo spettacolo del coraggio che sognava di mostrare, coraggio che doveva arrivare dove non poteva l’amore, solitudine dove il pensiero di poter tornare a essere felici fosse lasciato vivere, in fondo agli occhi, per farli belli e verdi. Ha perso l’infanzia, che è finita.
Ma le risate, quante risate ha fatto, quante volte in quattro mesi l’ha fatta ridere quell’uomo che il sogno maldestro ringiovanisce? Forse più di quelle che sua madre immaginava, ed è bello pensarlo»

Recensione:

Lettere fra l’erba racconta la storia della giovane Isabella, di sedici anni, e di come sia alla ricerca della madre, Ilaria, che non ha mai visto, la quale ha deciso di abbandonarla quanto era ancora molto piccola.
Andando per gradi, la prima cosa che mi ha colpito di questo romanzo è la copertina, semplice ma davvero molto bella, sembra dare un gratificante effetto primaverile e l’ho trovata davvero interessante. Sicuramente una di quelle copertine dove mi cadrebbe volentieri l’occhio spingendomi a leggerela trama. Una trama che ho trovato abbastanza coinvolgente e quindi gli spunti e i buoni propositi per leggerlo c’erano tutti. Lettere fra l’erba è un romanzo… toccante ed emozionate sotto molti punti di vista. Vengono trattate molte emozioni, e l’amore viene espresso sotto ogni forma, verbale e\o attraverso i movimenti del corpo.
Isabella, entra in contatto con delle persone che hanno conosciuto la madre e che con lei hanno condiviso dei momenti più o meno importanti, l’incontro e il contatto con questi amici la porteranno a conoscere sempre più dei tratti e eventi della madre che non conosceva minimanete, difatti il padre essendo molto chiuso non hai mai proferito molte parole in merito. Queste scoperte la condurrano ad affontare un percorso un po’ più duro. Lettere fra l’erba è un romanzo ricco di emozioni, ed ogni personaggio è complesso ed è facile adorarlo quanto detestarlo. Di sicuro non lascia spazio alla noia.

Nonostante tutte queste note postive, mi trovo costretta anche a segnarne almeno due negative. Essendo una storia molto complessa ho notato, sorpattutto nei primi capitoli, un po’ di confusione. Almeno nel mio caso mi capitava spesso di perdermi e dover rileggere alcune frasi per capirne la forma e ritornare al centro della storia, e l’ho trovato decisamente un peccato. La seconda nota negativa, invece, riguarda i dialoghi dove in questo caso ho notato delle parole ripetute e pronunciate a fine frase da ogni personaggio, come se fosse un – terribile – vizio di ognuno di loro. Questo ha reso le frasi un po’ monotone, smorzando l’effetto della frase stessa.
Per il resto, mi sento di consigliare quelo libro a chiunque abbia voglia di emozionarsi e lanciarsi nel mondo di Isabella con questa lettura impegnativa ma decisamente interessante.

13177756_278503869151040_5869875257673998328_n

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *