cover1300

 

Trama:

Il Labirinto e i viscidi Dolenti sono ben poca cosa se paragonati alla lunga marcia che la malefica organizzazione denominata C.A.T.T.I.V.O. ha pianificato per i pochi sopravvissuti che tiene prigionieri, i Radurai, attraverso la Zona Bruciata. La squallida landa inaridita da un sole accecante è sferzata da tempeste di fulmini, e popolata da esseri umani che l’Eruzione, il temibile morbo che rende folli, ha ridotto a zombi assetati di sangue. Nelle due settimane in cui dovranno percorrere i centocinquanta chilometri che li separano dal porto sicuro, la loro meta, tra cunicoli sotterranei infestati da sfere metalliche affamate di teste umane e creature senza volto dagli artigli letali, i Radurai dovranno dar prova del loro coraggio e dar voce al loro istinto di sopravvivenza. In questo scenario di desolazione, superando le insidie di città fatiscenti e foreste rase al suolo, il viaggio verso il luogo misterioso in cui potranno ottenere la cura che salverà loro stessi e il mondo diventerà per Thomas, Brenda, Minho e gli altri un percorso di scoperta del proprio mondo interiore, del limite oltre il quale è possibile spingere le proprie paure.

Recensione:

Eccomi qui, pronta a recensiere il secondo volume della saga di Maze Runner! Oggi parliamo del libro che ha come titolo “La fuga”.  Quando ho terminato il primo ( Il labirinto ) ero troppo, troppo, curiosa di leggere il secondo e scoprire cosa stesse succedendo ai protagonisti ai quali mi ero affezionata.  Li ho ritrovati lì ad attendermi in una nuova avventura e anche questa volta mi sono sentita parte del gruppo. La fuga è descritto così bene, esattamente come il primo, che è impossibile non immaginare di trovarsi nei luoghi descritti o nelle situazione in cui si trovano Thomas, Minho, Newt e tutti gli altri ragazzi.
Non avevo idea di cosa aspettarmi una volta superato il primo libro, ma la mia paura che fosse lo strascico di quanto di bello c’era nel primo è svanita fin dal primo capitolo.

“Quando l’uomo vestito di bianco e dalla faccia da ratto finì di parlare, Thomas capì che per lui e gli altri Radurai l’ora delle prove non era ancora terminata”

Ebbene si, nonostante siano riusciti a superare un grandissimo ostacolo, spingendosi dove nessuno prima aveva osato fare, le prove non sono terminate e nuove sfide si aprono davanti a Radurai. Non è facile, ma è sicuramente molto avvincente.  Vengono mandati nella Zona Bruciata dove queste prove li aspettano e una volta che le avranno superate verrà consegnata loro la “cura” per l’eruzione, un virus che ha distrutto l’umanità, ma non proprio tutti gli esseri viventi, difatti i Radurai sono immuni.

In questo libro si capisce davvero l’importanza dell’amicizia e dei grandi leader, ed ho amato questa caratteristica. Proprio come avevo detto nella recensione precedente, non si tratta del solito triangolo amoroso ma di una saga che contiene valori decisamente più importanti come, appunto l’amicizia e la fedeltà verso il prossimo, ma anche il coraggio di osare. Anche ne La fuga, non mancano colpi di scena e suspance che rendono il romanzo decisamente interessante e accattivante, proprio come il primo volume.
Ancora una volta James Dashner non ha deluso le mie aspettative ed è riuscito a scrivere un romanzo scorrevole, lineare, corretto e molto intrigante.
La saga di Maze Runner continua con il terzo il volume: “La rivelazione”, che recensierò la prossima volta.
Proprio come per il labirinto, anche per La fuga è stato tratto il film, vi lascio il link qui sotto!

 

Spero di avervi invogliati almeno un po’ a leggere questa saga o proseguirla nel caso in cui avesse già letto il primo!

13244872_278503879151039_7692919659396933458_n

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *